Sala Stampa

January 2008 Previous month Next month

L'azienda è diventata il numero uno nell'elenco EPA Green Power Partner e conferma il suo obiettivo di perseguire una maggiore efficienza energeticae stimolare la crescita del mercato dell'energia rinnovabile


Assago (Milano), 28 gennaio 2008 – Intel Corporation ha annunciato che acquisterà oltre 1,3 miliardi di kW·h all'anno di certificates di energia rinnovabile come parte di un approccio globale per ridurre il proprio impatto sull'ambiente; in questo modo, diventerà il maggior acquirente di energia verde negli Stati Uniti, secondo quanto afferma la U.S. Environmental Protection Agency (EPA). Intel si augura che questo acquisto record possa contribuire a stimolare il mercato dell'energia verde, portando a una maggiore capacità generativa ed essenzialmente a costi inferiori.

L'acquisto effettuato posiziona Intel al vertice della lista Green Power Partners Top 25 dell'EPA, nonché al primo posto della lista Fortune 500 Green Power Partners della stessa Agenzia per la protezione dell'ambiente. Il Programma Green Power Partnership dell'EPA promuove e riconosce gli acquisti volontari di energia verde come un modo per ridurre l'impatto dell'uso di elettricità convenzionale.

“L'EPA elogia i propri partner Fortune 500 poiché proteggono il nostro ambiente acquistando energia verde”, ha commentato Stephen L. Johnson, Administrator dell'EPA. “Scegliendo di passare volontariamente all'energia rinnovabile, Intel dimostra che diventare verdi è estremamente semplice”.

“Il nostro impegno nei confronti dell'ambiente vantiamo una lunga tradizione e l'efficienza energetica è un aspetto importante in ogni cosa che facciamo, dalla realizzazione di transistor alla progettazione di microprocessori, alla gestione dei nostri impianti produttivi”, ha commentato Paul Otellini, President e CEO di Intel, nonché membro del Copenhagen Climate Council, un gruppo internazionale di leader che collaborano per raggiungere la firma di un trattato efficace sul clima globale in occasione del summit sull'ambiente delle Nazioni Unite che si terrà l'anno prossimo a Copenhagen. “L'acquisto di energia rinnovabile effettuato da Intel rappresenta soltanto un aspetto del nostro approccio complessivo per la protezione dell'ambiente, e ci auguriamo che abbia l'effetto di stimolare ulteriormente lo sviluppo e la richiesta di energia rinnovabile”.

Renewable Energy Certificates
I Renewable Energy Certificates, (REC), rappresentano la "valuta" nel mercato dell'energia rinnovabile, ed è ampiamente riconosciuto che comportano vantaggi attendibili e tangibili sull'ambiente. L'EPA stima che l'acquisto di REC da parte di Intel equivale, dal punto di vista dell'impatto ambientale, alla rimozione dalle strade di oltre 185.000 auto private ogni anno, oppure al risparmio dell'elettricità richiesta per alimentare oltre 130.000 abitazioni americane ogni anno.

L'acquisto di REC da parte di Intel, che comprende un portafoglio di fonti eoliche, solari, idroelettriche di piccole dimensioni e derivanti da biomasse, verrà gestito da Sterling Planet, fornitore leader statunitense di energia rinnovabile, soluzioni di efficienza energetica e a bassa emissione di anidride carbonica. L'acquisto verrà certificato dall'organizzazione non-profit Center for Resource Solutions’ Green-e®, che certifica e verifica i prodotti ad energia rinnovabile.

"Il grande impegno di Intel nei confronti dell'energia rinnovabile fornisce un supporto decisivo per i meccanismi basati sul mercato legati a tecnologie per l'energia rinnovabile di ogni tipo", ha ossservato Mel Jones, President e CEO di Sterling Planet. "Stimiamo Intel per la sua vision aziendale e per la leadership che dimostra in ogni aspetto della corporate responsibility. Il supporto di Intel nei confronti delle tecnologie dell'energia rinnovabile conferma la sua missione aziendale di offrire innovazioni indispensabili per il nostro modo di vivere e lavorare".

Intel, EPA e l'ambiente
Intel e l'EPA collaborano da molti anni su diversi fronti, dall'iniziativa Energy Star® ai programmi Climate Leader e Performance Track, a più ampi progetti del settore, come l’iniziativa Climate Savers® Computing. L'Agenzia ha recentemente insignito Intel del riconoscimento 2007 Water Efficiency Leader per l'impegno nel ridurre, riutilizzare e riciclare acqua nell'impianto produttivo di Chandler, Arizona. Intel è stata inoltre segnalata dall'EPA nel 2006 come l'azienda più attenta ai suoi dipendenti pendolari in tutto il Paese.

Oltre a promuovere e sostenere iniziative per una maggiore efficienza energetica nelle proprie strutture, Intel ha sempre richiesto macchinari a elevata efficienza energetica nei propri impianti produttivi, per assicurare una maggiore efficienza e benefici per l'ambiente. Nel corso degli ultimi 7 anni, l'azienda ha investito più di 20 milioni di dollari in oltre 250 progetti di conservazione dell'energia, che hanno comportato un risparmio di oltre 500 milioni di chilowattora, una quantità di energia sufficiente ad alimentare oltre 50.000 abitazioni negli Stati Uniti.

 

Informazioni su Intel
Intel, leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web http://www.intel.it/pressroom e http://blogs.intel.com

 

Informazioni sulla Green Power Partnership dell'EPA
La Green Power Partnership dell'EPA è un programma su base volontaria che contribuisce a incrementare l'utilizzo di energia verde tra le principali organizzazioni degli U.S.A. Il programma incoraggia le organizzazioni ad acquistare energia verde per ridurre il rischio del mutamento climatico e gli impatti ambientali derivanti dall'uso di energia convenzionale. I partner del programma comprendono un'ampia gamma di organizzazioni, come le aziende Fortune 500, agenzie locali, statali e federali, camere di commercio, college e università. Per maggiori informazioni, consultate il sito Web http://www.epa.gov/greenpower.


Intel e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.


* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.


Il risultato operativo del 2007 è di 8,2 miliardi di dollari, +45%

 

  • Fatturato del quarto trimestre pari a 10,7 miliardi di dollari, + 10,5% rispetto all’anno precedente
  • Margine lordo percentuale del 58 per cento, +8,5 punti rispetto all’anno precedente
  • Risultato operativo pari a 3 miliardi di dollari, +105% rispetto all’anno precedente
  • Record nella fornitura di microprocessori e chipset e nel fatturato
  • Utile netto di 2,3 miliardi di dollari; utili per azione di 38 centesimi


Assago (Milano), 16 gennaio 2008 - Intel Corporation ha reso noto il fatturato record conseguito nel quarto trimestre del 2007, pari a 10,7 miliardi di dollari, con un risultato operativo di 3 miliardi di dollari, utili netti di 2,3 miliardi di dollari e utili per azione pari a 38 centesimi. Per il 2007, il risultato operativo è cresciuto del +45%, a seguito dei programmi di ristrutturazione dell’efficienza aziendale tuttora in corso, con i profitti che sono cresciuti in modo decisamente superiore rispetto al fatturato.

 

“Il 2007 è stato un anno decisivo per quanto riguarda l’innovazione Intel”, ha dichiarato Paul Otellini, President e CEO di Intel. “Abbiamo realizzato i vantaggi derivanti dagli investimenti in nuovi prodotti e dagli sforzi per migliorare l’efficienza. I nostri clienti hanno scelto la microarchitettura Intel® Core™, ampliando così la leadership competitiva della nostra azienda e determinando un miglioramento decisivo nei risultati operativi. Entriamo nel 2008 con la migliore combinazione di prodotti, tecnologia del silicio e leadership produttiva della storia della nostra azienda".

 



Q4 2007Rispetto a Q4 2006Rispetto a Q3 2007
Fatturato10,7 miliardi di $+10,5%+6%
Risultato operativo3 miliardi di $+105%+42%
Utile netto2,3 miliardi di $+51%+27%
Utili per azione38 centesimi+46%+27%

 

I risultati del quarto trimestre 2007 comprendevano gli effetti di oneri di ristrutturazione e perdite di valore delle risorse che hanno comportato una riduzione del risultato operativo di 234 milioni di dollari e degli utili per azione di circa 2,5 centesimi. I risultati del quarto trimestre 2006 comprendevano gli effetti di oneri di ristrutturazione e perdite di valore delle risorse che hanno comportato una riduzione del risultato operativo di 457 milioni di dollari e guadagni da disinvestimenti registrati nella categoria “interessi e proventi diversi, netti”. Gli oneri e i guadagni hanno comportato un aumento netto degli utili per azione di circa 1 centesimo.

 

Per il 2007, Intel ha raggiunto un fatturato di 38,3 miliardi di dollari, con un risultato operativo di 8,2 miliardi di dollari, utili netti di 7 miliardi di dollari e utili per azione pari a 1,18 centesimi. Intel ha generato oltre 12 miliardi di dollari in liquidi derivanti da operazioni, ha pagato dividendi record in contanti pari a 2,6 miliardi di dollari è ha impiegato 2,75 miliardi di dollari per riacquistare 111 milioni di azioni.

 


2007Rispetto al 2006
Fatturato38,3 miliardi di $+8%
Risultato operativo8,2 miliardi di $+45%
Utile netto7 miliardi di $+38%
Utili per azione1,18 centesimi+37%

 

Analisi finanziaria

  • Il fatturato record pari a 10,7 miliardi di dollari è stato inferiore di 88 milioni di dollari rispetto al valore medio delle aspettative. Il fatturato per prodotti di computing è stato conforme alle previsioni, mentre il fatturato per memorie NAND è stato inferiore rispetto alle previsioni, essenzialmente a causa di prezzi medi di vendita inferiori.
  • Il margine lordo è stato del 58,1 per cento, +6,9 punti rispetto al terzo trimestre, a causa di: volumi maggiori di unità fornite e costi unitari inferiori, qualificazione dei microprocessori a 45 nm e costi di avviamento inferiori della tecnologia di processo a 45 nm. Il margine lordo del terzo trimestre rifletteva l’impatto di un accordo legale.
  • Le spese sono state in linea con le aspettative.
  • Gli oneri di ristrutturazione e le perdite di valore delle risorse, pari a 234 milioni di dollari, sono stati superiori rispetto alla stima precedente di 130 milioni di dollari a causa di perdite legate alle risorse di memoria NOR relative alla transazione proposta con Numonyx.

 

Trend delle forniture di prodotti (rispetto al trimestre precedente)

  • Le forniture totali di microprocessori hanno segnato un record; il prezzo di vendita medio è stato stazionario.
  • Le forniture di chipset hanno segnato un record.
  • Le unità flash totali sono state stazionarie.

 

Previsioni finanziarie

Le previsioni finanziare per il primo trimestre del 2008 non tengono conto del potenziale impatto di eventuali fusioni, acquisizioni, disinvestimenti o altre combinazioni commerciali che potrebbero essere completate dopo il 14 gennaio. Le previsioni finanziarie per l’intero anno riflettono l’aspettativa che la transazione Numonyx venga completata nel corso del primo trimestre.

 

Previsioni per il primo trimestre 2008

  • Fatturato: compreso tra 9,4 e 10 miliardi di dollari.
  • Margine lordo percentuale: 56 per cento, più o meno un paio di punti percentuali.
  • Spese (R&D più MG&A): comprese tra 2,8 e 2,9 miliardi di dollari.
  • Oneri di ristrutturazione e perdite di valore delle risorse: circa 100 milioni di dollari.
  • Guadagni netti derivanti da investimenti e interessi e proventi diversi: circa 175 milioni di dollari.
  • Oneri fiscali: circa 31 per cento.
  • Ammortamenti: circa 1,1 miliardi di dollari.

 

Previsioni per il 2008

  • Margine lordo percentuale: 57 per cento, più o meno alcuni punti percentuali.
  • Ricerca e sviluppo: circa 5,9 miliardi di dollari.
  • MG&A: circa 5,5 miliardi di dollari.
  • Investimenti di capitale: 5,2 miliardi di dollari più o meno 200 milioni di dollari.
  • Oneri fiscali: circa 31 per cento.
  • Ammortamenti: 4,4 miliardi di dollari più o meno 100 milioni di dollari.

 

Le affermazioni contenute nel presente documento, che si riferiscono a progetti e aspettative per il primo trimestre, l’intero anno e il futuro, sono previsioni della società e, in quanto tali, sono soggette a cambiamenti dovuti a diversi fattori di rischio e incertezze. Molteplici aspetti potrebbero avere impatto sui risultati effettivi di Intel, ed eventuali scostamenti rispetto alle aspettative attuali di Intel in merito a tali variabili potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano in modo considerevole da quanto espresso in queste previsioni. Intel considera al momento i fattori descritti di seguito nella sezione “Fattori di rischio” come i fattori importanti che potrebbero generare risultati sostanzialmente diversi dalle previsioni pubblicate dall'azienda.

 

Notizie recenti

  • Nel quarto trimestre e nel corso del 2007 Intel ha distribuito una quantità record di microprocessori e chipset.
  • Intel ha introdotto 32 microprocessori basati sull'innovativa tecnologia di processo a 45 nm con tecnologia dei gate metallici ad alta costante k (High-k) basata su afnio, confermando la propria leadership nell'elaborazione energeticamente efficiente. L'entrata in produzione della tecnologia Intel a 45 nm è stata la più veloce nella storia dell'azienda.
  • Nel corso della manifestazione International Consumer Electronics Show, Intel ha annunciato nuovi processori a basso consumo e a costi contenuti progettati per offrire l'accesso a Internet da dispositivi elettronici di largo consumo e da dispositivi ultraportatili in formato tascabile. Il processore Intel per i dispositivi CE, nome in codice “Canmore”, supporterà video a 1080p, audio surround 7.1 e grafica 3D.

 

Fattori di rischio

  • Tra le variabili che potrebbero influenzare la domanda rispetto alle previsioni Intel ricordiamo cambiamenti nelle condizioni di mercato ed economiche, comprese le condizioni del mercato creditizio che potrebbero influenzare la fiducia dei consumatori, l’accettazione dei prodotti Intel e di quelli della concorrenza, cambiamenti nell’andamento degli ordinativi dei clienti, compresi eventuali annullamenti di ordini, cambiamenti nei livelli di inventario dei clienti. I risultati Intel potrebbero essere influenzati dalle tempistiche delle chiusure di acquisizioni e disinvestimenti.
  • Intel opera in settori fortemente competitivi, caratterizzati da un’alta percentuale di costi fissi o difficili da ridurre nel breve periodo, e da una domanda di prodotto altamente variabile e difficile da prevedere. Inoltre, Intel sta attraversando una fase di transizione a una nuova generazione di prodotti basati su tecnologia di processo a 45 nm, e potrebbero verificarsi problemi di esecuzione legati a questi cambiamenti, compresi prodotti difettosi o contenenti errata, unitamente a rese produttive inferiori rispetto al previsto. Il fatturato e il margine lordo percentuale sono influenzati dai tempi di introduzione sul mercato dei prodotti Intel e dalla richiesta e dall’accettazione del mercato dei prodotti Intel, dalle azioni intraprese dalla concorrenza, comprese offerte sui prodotti e introduzione sul mercato, programmi di marketing e pressioni sui prezzi e dalla capacità di Intel di rispondere a tali azioni, dalla capacità di Intel di rispondere rapidamente agli sviluppi tecnologici e di incorporare nuove funzionalità nei propri prodotti e dalla disponibilità di livelli sufficienti di componenti da parte dei fornitori per soddisfare la domanda.
  • Il margine lordo percentuale potrà variare in modo significativo a seconda dei livelli di fatturato, del mix e dei prezzi dei prodotti, dello sfruttamento della capacità produttiva, delle variazioni nella valutazione dell’inventario, comprese variazioni legate alla tempistica dei prodotti qualificati per la vendita, dell’eccesso o dell’obsolescenza dell’inventario, della resa produttiva, delle variazioni nei costi unitari, della perdita derivante da fattori a lento ciclo di utilizzo, comprese risorse produttive, di assemblaggio e testing e altri beni immateriali, dei tempi legati all’esecuzione della rampa produttiva nonché dei costi associati, compresi i costi di avviamento.
  • Le spese, in particolare alcune spese di marketing e compensazione, variano in base al livello di domanda dei prodotti Intel, ai livelli del fatturato e dei profitti e alle perdita derivante da fattori a lento ciclo di utilizzo.
  • Intel sta attraversando una fase di revisione della propria struttura ed efficienza che comporta diverse azioni che potrebbero avere impatto sui livelli di spesa e sui margini lordi previsti. Intel ha inoltre avviato la formazione di Numonyx, un'azienda privata e indipendente di semiconduttori, insieme a STMicroelectronics N.V. e Francisco Partners L.P. Un cambiamento nell'andamento finanziario delle aziende partecipanti potrebbe avere un impatto negativo sui rendiconti finanziari di Intel. La percentuale di capitali Intel nei risultati della nuova azienda verrà riportata nei rendiconti finanziari sotto il risultato operativo e con un ritardo di un trimestre. I risultati potrebbero avere un impatto negativo sui risultati finanziari complessivi di Intel.
  • Le aspettative relative agli oneri fiscali sono basate sulla normativa fiscale in vigore e sul reddito attualmente previsto. Gli oneri fiscali possono essere influenzati dalle giurisdizioni in cui i profitti vengono realizzati e tassati, da variazioni nelle stime di crediti, benefici e deduzioni, dalla risoluzione di dispute derivanti da verifiche fiscali con diversi enti fiscali, compresi pagamenti di interessi e multe, nonché dalla capacità di ottenere imposte differite.
  • Guadagni o perdite derivanti da investimenti azionari, interessi o altro possono variare in base ai livelli di reddito fisso e alla mutevolezza del mercato azionario, alla realizzazione dei profitti o alle perdite derivanti dalla vendita o dallo scambio di investimenti azionari, incluse le potenziali perdite derivanti da investimenti negoziabili, non negoziabili e altri, tassi di interesse, rimanenze di cassa e variazioni nel valore equo di strumenti derivati.
  • I risultati Intel potrebbero essere influenzati dall’importo, dal tipo e dalla valutazione dei premi in azioni concessi, nonché dall’importo dei premi cancellati a causa del turnover dei dipendenti e dai tempi in cui i dipendenti esercitano i premi.
  • I risultati Intel potrebbero venire influenzati da condizioni economiche, sociali, politiche e fisiche/infrastrutturali avverse che dovessero verificarsi nei Paesi in cui operano Intel, i suoi clienti o fornitori, tra cui conflitti militari e altri rischi legati alla sicurezza, calamità naturali, interruzioni a livello di infrastrutture, problemi sanitari, e fluttuazioni nei tassi di cambio delle valute estere.
  • I risultati Intel possono inoltre venire influenzati dall’impatto negativo derivante da prodotti difettosi o contenenti errata (valori diversi da quelli indicati dalle specifiche) e da dispute legali o regolamentazioni riguardanti proprietà intellettuale, rapporti con investitori e consumatori, antitrust e altro, come la disputa e le regolamentazioni descritte nei report Intel depositati presso la SEC

 

Questi fattori, nonché altri elementi che potrebbero influenzare i risultati effettivi di Intel, vengono presi in esame più nel dettaglio nell’ambito dei documenti SEC (Securities & Exchange Commission) della società, incluso il report del Form 10-Q per il trimestre chiuso il 29 settembre 2007.

 

Intel prevede incontri privati dei rappresentanti dell'azienda con investitori, analisti finanziari, media e altri durante il trimestre. Nel corso di questi incontri, Intel potrebbe ribadire le considerazioni espresse nel Business Outlook. A partire dalla fine della giornata lavorativa del 7 marzo e fino alla diffusione dei risultati finanziari dell’azienda per il primo trimestre 2008, Intel attraverserà un “Quiet Period”, durante il quale le considerazioni di mercato rese note nei comunicati stampa e nei documenti dell’azienda depositati presso la SEC dovranno essere considerati superati, poiché si riferivano esclusivamente alla situazione precedente il Quiet Period, e non verranno aggiornati dalla società.

 

Intel prevede di tenere l'incontro con gli investitori Intel 2008 il 5-6 marzo. Le opportunità di webcast e le presentazioni saranno pubblicate sul sito Web di Intel dedicato alle informazioni per gli investitori all'indirizzo intc.com.

 

Un webcast pubblico ha avuto luogo alle 2:30 p.m. PST del 15 gennaio sul sito Web Intel Investor Relations all’indirizzo intc.com. Il replay del webcast e il download dell’audio in formato MP3 sono disponibili sul sito

 

Intel, leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

 

Intel, il logo Intel e Intel Core sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.


*Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.



Nuova architettura dei transistor e capacità produttiveche saranno alla base anche dei MIB (Mobile Internet Device)

 

INTERNATIONAL 2008 CONSUMER ELECTRONICS SHOW, Las Vegas, 7 gennaio 2008 – Intel Corporation ha annunciato 16 prodotti, tra cui i primi processori a 45 nanometri (nm) destinati ai notebook basati su tecnologia di processore Intel® Centrino®.

Tutti i nuovi chip includono la nuova formula dei transistor e il processo di produzione a 45 nm, che offrono un aumento della velocità dei PC, una riduzione dei requisiti energetici, una durata migliorata della batteria, il pieno rispetto per l'ambiente e formati ridotti per modelli di computer dal design più accattivante e compatto. Con l'introduzione dei nuovi processori, Intel renderà disponibile un totale di 32 processori per PC desktop, notebook e server basati su queste innovazioni all'avanguardia.

Intel ha inoltre sottolineato che intende trarre vantaggio dai progressi realizzati nei transistor e nella produzione per favorire lo sviluppo di una categoria di dispositivi in formato ridotto, a basso consumo e a elevate prestazioni che offrano l'accesso a Internet a banda larga. Le dimensioni dei processori sono fino al 25% inferiori rispetto alle versioni precedenti, per cui i produttori di computer possono realizzare nuovi modelli sottili e dal design accattivante per il mercato consumer, dagli eleganti PC desktop all-in-one ai notebook più piccoli.

Tra i 16 nuovi prodotti, 12 sono destinati ai nuovi notebook e PC desktop e 4 ai server. Sono tutti senza piombo1 e, a partire da quest'anno, privi di alogeni2, per una maggiore ecocompatibilità.

“I nuovi prodotti annunciati offrono a privati e aziende i vantaggi di notebook più sottili e dalle prestazioni più elevate e di PC desktop più potenti e fashion che rispondono alle esigenze dei videogamer più accaniti, degli appassionati di alta definizione e di tutte le altre tipologie di utenti”, ha spiegato Mooly Eden, Vice President e General Manager del Mobile Platforms Group di Intel. “Più avanti nel corso dell'anno, inoltre, Intel inizierà a distribuire dispositivi più piccoli, leggeri e potenti, essenzialmente in formato tascabile, predisposti per l'accesso mobile a Internet”.

Intel aggiunge versioni per PC portatili alla linea di processori
Intel sta per distribuire 5 nuovi processori per PC portatili, caratterizzati da prestazioni rivoluzionarie e una durata migliorata della batteria, che offrono agli utenti la possibilità di aumentare la produttività o di divertirsi con l'intrattenimento digitale ovunque vadano. Per prolungare la durata della batteria è inoltre disponibile una nuova caratteristica della microarchitettura Intel Core per una modalità evoluta di power management, la tecnologia Deep Power Down, che riduce il consumo energetico del processore quando non è impegnato nell'esecuzione di dati o istruzioni sul notebook.

I processori rappresentano la base della acclamata tecnologia Intel® Centrino® per i notebook, e offrono funzionalità migliorate per la gestione di video e contenuti con il supporto per i formati HD DVD* e Blu-Ray* tramite un decoder opzionale di terze parti. I notebook basati su Centrino includono inoltre il chipset Intel® 965 Express per PC portatili e funzionalità di rete wireless, oltre al supporto opzionale per reti 802.11n tramite la tecnologia Intel® Next-Gen Wireless-N.

Intel ha anche aggiunto funzionalità video e grafiche con la tecnologia Intel® HD Boost, che comprende le istruzioni Intel® Streaming SIMD Extension 4 (SSE4) per velocizzare i carichi di lavoro, ad esempio la codifica di video per l'alta definizione e la manipolazione di foto.

L'azienda intende utilizzare questa base di tecnologia mobile e le prestazioni con efficienza energetica per consentire lo sviluppo di sistemi desktop di formato ridotto, più silenziosi, dal design accattivante e con la temperatura sotto controllo. Questi computer, compresa la sempre più diffusa categoria "all-in-one", offrono le prestazioni necessarie per eseguire contemporaneamente un'ampia varietà di applicazioni multimediali digitali e i software più recenti, oltre a funzionalità evolute per la riproduzione fluida di video ad alta definizione tramite la tecnologia Intel® Clear Video.

Più mobilità a disposizione nei dispositivi portatili e con il wireless WiMAX
La strategia di Intel per l'utilizzo di piattaforme a basso consumo basate su Architettura Intel che riducono drasticamente il consumo energetico di CPU e chipset e le dimensioni del packaging, aumentando la potenza delle soluzioni tascabili per l'accesso completo a Internet, continua a ottenere consensi. Nel primo semestre di quest'anno Intel prevede di distribuire la prima generazione di chipset della piattaforma a basso consumo, destinata a rendere disponibile una gamma di dispositivi ultraportatili e di MIB presso un ecosistema crescente di clienti.

Intel continua inoltre a collaborare attivamente con gli operatori di tutto il mondo per l'implementazione di reti WiMAX mobili, che offriranno l'accesso mobile a Internet ad alta velocità tramite un'ampia varietà di dispositivi digitali a partire da quest'anno.

Prestazioni a 45 nm e aumento dell'efficienza per i PC desktop mainstream
In seguito all'introduzione del processore Intel® Core™2 Extreme Quad-Core QX9650 a novembre del 2007, Intel ha annunciato 3 processori quad-core e 4 processori dual-core basati sulla tecnologia a 45 nm per i PC desktop mainstream, in arrivo a fine mese e nel primo trimestre di quest'anno.

I nuovi processori Intel® Core™2 Quad e Intel Core™2 Duo, destinati a velocizzare la transizione verso la nuova linea di processori Intel e l'adozione del multi-core, arrivano in un momento caratterizzato da una crescita esponenziale di contenuti digitali e ad alta definizione, tra cui foto, home video, musica, televisione e social networking.

Gli utenti potranno trarre vantaggio dalle prestazioni più elevate dei PC in varie fasce di prezzo, in quanto questi processori sono disponibili a varie velocità di clock, con cache più ampie e con la tecnologia Intel® HD Boost (istruzioni SSE4). Questi nuovi processori a 45 nm rappresentano inoltre un requisito per i produttori di computer con il marchio del processore Intel® Core™2 con tecnologia Viiv™, consentendo ai consumatori di scegliere più facilmente un PC ideale per l'intrattenimento dotato delle tecnologie Intel più innovative.

I PC basati su processori dual-core per PC desktop basati su questi nuovi processori saranno disponibili a partire da questo mese, mentre i sistemi basati su processore quad-core saranno disponibili più avanti nel trimestre.

Intel ha inoltre introdotto 4 processori Intel Xeon per server e workstation, che saranno disponibili nel corso del trimestre.

Ulteriori informazioni sono reperibili nella cartella stampa virtuale all'indirizzo Web www.intel.com/pressroom/kits/events/ces2008/index.htm

 

Informazioni su Intel
Intel, leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e http://blogs.intel.com
.

Filter News Archive

By author: By date:
By tag: