Milano, 23 luglio 2008 – Intel Corporation, il maggiore produttore di microprocessori al mondo, e ARIA, operatore di telecomunicazioni nazionale, annunciano un accordo di collaborazione per promuovere l’adozione del WiMAX in Italia, e facilitare così un accesso alla banda larga in mobilità più veloce e a costi più bassi.

 

La tecnologia WiMAX offre un’alta velocità di connessione per accedere a file “pesanti”, come film e contenuti multimediali. ARIA è l’unico operatore italiano ad avere una licenza che copre l’intero territorio nazionale, e prevede di offrire un servizio nazionale che utilizzi la frequenza 3.5 GHz che sarà lanciato entro la fine del 2008.

 

Basato sullo standard IEEE 802.16E, il WiMAX è una tecnologia wireless a banda larga su protocollo Internet complementare al Wi-Fi, che offre però una maggiore copertura voce e dati potendo connettere in modalità wireless intere città e comunità, e permettendo agli utenti di essere sempre online anche in movimento. Intel sta lavorando con service provider di tutto il mondo per realizzare reti WiMAX, e sta sviluppando soluzioni WiMAX integrate per PC portatili, ultramobile PC e MID (mobile Internet device). Come annunciato, Intel renderà disponibile il primo modulo integrato WiMAX/Wi-Fi opzionale per la tecnologia di processore Intel Centrino 2, inizialmente solo negli Stati Uniti. Inoltre il prossimo anno sarà disponibile una soluzione a basso consumo energetico (nome in codice "Baxter Peak") ottimizzata per i MID.

 

L’accordo concluso permetterà ad ARIA e Intel di condividere le reciproche competenze, e prevede test per l’interoperabilità e attività di co-marketing. Intel inoltre metterà a disposizione di ARIA l’esperienza acquisita in progetti WiMAX realizzati in altri paesi.

 

“Questo accordo è molto importante per noi: Intel, leader mondiale nell’innovazione, ha riconosciuto il vantaggio competitivo che abbiamo sul mercato, i nostri punti di forza e la nostra credibilità” afferma Mario Citelli, Amministratore Delegato di Aria. “Siamo l’unico operatore WiMax che in Italia si è aggiudicato le licenze sul 100% del territorio nazionale. La velocità con cui stiamo stipulando accordi con le amministrazioni territoriali e con partner tecnologici internazionali, rappresenta per Intel e per il mercato italiano una sicura garanzia di qualità e di impegno nella costruzione della rete nazionale”.

 

“Questo accordo è in linea con la nostra strategia di promuovere la diffusione del WiMAX a livello mondiale,” commenta Dario Bucci, Country Manager di Intel Corporation Italia. “E’ un momento importante per il WiMAX: il fatto che la vendita dei PC portatili abbia superato quella dei PC desktop associato anche all’elevata penetrazione del mobile in Italia, la più alta in Europa, ci rende il paese ideale per l’adozione di servizi mobili a banda larga”.

 

 

Intel, leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

 

 


Aria S.P.A. nasce nel 2005 e in soli 2 anni diventa uno dei principali WISP italiani. A partire dall’ottobre 2007 con l’ingresso di nuovi soci e di un nuovo assetto societario diventa più competitiva. Infatti, nel mese di gennaio 2008, l’azienda si è iscritta alla gara per le assegnazioni dei diritti d’uso delle frequenze BWA (Broadband Wireless Access) e si aggiudica tutte le licenze nazionali messe a disposizione dal Ministero delle Comunicazioni.


Intel e il logo Intel sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.


*Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

• Fatturato in crescita del +9% rispetto all’anno precedente
• Risultato operativo +67%rispetto all’anno precedente
• Utile netto di 1,6 miliardi di dollari; utili per azione di 28 centesimi


 


Assago (Milano), 16 luglio 2008 - Intel Corporation ha annunciato un fatturato record per il secondo trimestre del 2008, pari a 9,5 miliardi di dollari, con un risultato operativo di 2,3 miliardi di dollari, utili netti di 1,6 miliardi di dollari e utili per azione pari a 28 centesimi.

 

“Intel ha registrato un altro trimestre positivo, con il fatturato che si posiziona nella fascia alta rispetto all’intervallo stimato, con utili per azione in costante crescita anno dopo anno”, ha dichiarato Paul Otellini, President e CEO di Intel. “Nella seconda metà dell’anno la domanda di microprocessori e chipset rimane forte in tutti i segmenti di mercato e in tutte le aree geografiche”.

 


Q2 2008

Rispetto a Q2 2007

Rispetto a Q1 2008

Fatturato

9,5 miliardi di $

+ 9 %

– 2 %

Risultato operativo

2,3 miliardi di $

+ 67 %

+ 9 %

Utile netto

1,6 miliardi di $

+ 25 %

+ 11 %

Utili per azione

28 centesimi

+ 27 %

+ 12 %

I risultati del trimestre comprendono un fatturato decisamente inferiore derivante da prodotti di memoria flash NOR, unitamente a oneri di ristrutturazione e perdite di valore delle risorse pari a 96 milioni di dollari. I risultati del primo trimestre 2008 comprendevano gli effetti di oneri di ristrutturazione e perdite di valore delle risorse che hanno comportato una diminuzione degli utili per azione di 4 centesimi. I risultati del secondo trimestre 2007 comprendevano fattori fiscali che hanno aumentato gli utili per azione di circa 3 centesimi, unitamente a oneri di ristrutturazione pari a 82 milioni di dollari.



Informazioni finanziarie e sui prodotti

  • Le forniture di microprocessori e chipset per PC portatili hanno segnato nuovi record.
  • Le forniture totali di microprocessori sono state superiori rispetto al trimestre precedente e maggiori rispetto al consueto andamento stagionale.
  • Il margine lordo percentuale, pari al 55,4 per cento, è stato superiore rispetto al valore del 53,8 per cento del primo trimestre, e leggermente al di sotto del punto medio della stima precedente, poiché la crescita nella domanda di PC notebook a costi contenuti ha comportato un prezzo medio di vendita dei microprocessori inferiore alle aspettative.
  • Gli oneri di ristrutturazione e le perdite di valore degli investimenti di 96 milioni di dollari sono stati inferiori rispetto alla stima precedente di circa 250 milioni di dollari.
  • L’aliquota fiscale effettiva per il trimestre è stata del 31 per cento, inferiore rispetto alla precedente previsione del 33 per cento circa, a causa di un accordo fiscale.
  • L’azienda ha impiegato 2,5 miliardi di dollari per riacquistare 109 milioni di azioni.

 

Previsioni finanziarie
Le previsioni finanziare Intel non tengono conto del potenziale impatto di eventuali fusioni, acquisizioni, disinvestimenti o altre combinazioni commerciali che potrebbero essere completati dopo il 14 luglio.

Q3 2008:

  • Fatturato: compreso tra 10 e 10,6 miliardi di dollari.
  • Margine lordo percentuale: 58 per cento, più o meno un paio di punti percentuali.
  • Spese (R&D più MG&A): circa 2,9 miliardi di dollari.
  • Oneri di ristrutturazione e perdite di valore delle risorse: circa 60 milioni di dollari.
  • Guadagni netti o perdite derivanti da investimenti e interessi e proventi diversi: perdita di circa 30 milioni di dollari.
  • Oneri fiscali: circa 33 per cento.
  • Ammortamenti: circa 1,1 miliardi di dollari.


Intero anno 2008:

  • Margine lordo percentuale: 57 per cento, più o meno un paio di punti percentuali, stima rimasta invariata.
  • Ricerca e sviluppo: circa 6 miliardi di dollari, stima rimasta invariata.
  • MG&A: circa 5,7 miliardi di dollari, rispetto alla precedente previsione di 5,5 miliardi di dollari.
  • Investimenti di capitale: 5,2 miliardi di dollari più o meno 200 milioni di dollari, stima rimasta invariata.
  • Oneri fiscali per il quarto trimestre: circa 33 per cento, stima rimasta invariata.
  • Ammortamenti: 4,4 miliardi di dollari più o meno 100 milioni di dollari, stima rimasta invariata.

 

Fattori di rischio
Le affermazioni contenute nel presente documento, che si riferiscono a progetti e aspettative per il terzo trimestre, l’intero anno e il futuro, sono previsioni della società e, in quanto tali, sono soggette a cambiamenti dovuti a diversi fattori di rischio e incertezze. Molteplici aspetti potrebbero avere impatto sui risultati effettivi di Intel, ed eventuali scostamenti rispetto alle aspettative attuali di Intel in merito a tali variabili potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano in modo considerevole da quanto espresso in queste previsioni. In base alle attuali conoscenze, Intel ritiene che i fattori di rischio determinanti che potrebbero comportare una differenza tra i risultati effettivi e le previsioni della società siano quelli elencati di seguito.

  • La richiesta di prodotti potrebbe essere diversa dalle aspettative Intel a causa di cambiamenti nel business e nelle condizioni economiche, comprese le condizioni del mercato creditizio, che potrebbero modificare la fiducia dei consumatori, dell’accettazione dei prodotti Intel e di quelli della concorrenza, di cambiamenti nell’andamento degli ordinativi dei clienti, compresi eventuali annullamenti di ordini, e di cambiamenti nei livelli di inventario dei clienti.
  • I risultati Intel potrebbero essere influenzati dalle tempistiche delle chiusure di acquisizioni e disinvestimenti.
  • Intel opera in settori fortemente competitivi, caratterizzati da un’alta percentuale di costi fissi o difficili da ridurre nel breve periodo, e da una domanda di prodotto altamente variabile e difficile da prevedere. Il fatturato e il margine lordo percentuale sono influenzati dai tempi di introduzione sul mercato dei prodotti Intel e dalla richiesta e dall’accettazione del mercato dei prodotti Intel, dalle azioni intraprese dalla concorrenza, comprese offerte sui prodotti e introduzione sul mercato, programmi di marketing e pressioni sui prezzi e dalla capacità di Intel di rispondere a tali azioni, dalla capacità di Intel di rispondere rapidamente agli sviluppi tecnologici e di incorporare nuove funzionalità nei propri prodotti e dalla disponibilità di livelli sufficienti di componenti da parte dei fornitori per soddisfare la domanda.
  • Il margine lordo percentuale potrà variare in modo significativo a seconda dei livelli di fatturato, del mix e dei prezzi dei prodotti, dello sfruttamento della capacità produttiva, delle variazioni nella valutazione dell’inventario, comprese variazioni legate alla tempistica dei prodotti qualificati per la vendita, dell’eccesso o dell’obsolescenza dell’inventario, della resa produttiva, delle variazioni nei costi unitari, della perdita derivante da fattori a lento ciclo di utilizzo, comprese risorse produttive, di assemblaggio e testing e altri beni immateriali, dei tempi legati all’esecuzione della rampa produttiva nonché dei costi associati, compresi i costi di avviamento.
  • Le spese, in particolare alcune spese di marketing e compensazione, variano in base al livello di domanda dei prodotti Intel, ai livelli del fatturato e dei profitti e alla perdita derivante da fattori a lento ciclo di utilizzo.
  • Intel sta attraversando una fase di revisione della propria struttura ed efficienza che comporta diverse azioni che potrebbero avere impatto sui livelli di spesa e sui margini lordi previsti.
  • Le aspettative relative agli oneri fiscali sono basate sulla normativa fiscale in vigore e sul reddito attualmente previsto. Gli oneri fiscali possono essere influenzati dalle giurisdizioni in cui i profitti vengono realizzati e tassati, da variazioni nelle stime di crediti, benefici e deduzioni, dalla risoluzione di dispute derivanti da verifiche fiscali con diversi enti fiscali, compresi pagamenti di interessi e multe, nonché dalla capacità di ottenere imposte differite.
  • Guadagni o perdite derivanti da investimenti azionari, interessi o altro possono variare in base ai livelli di reddito fisso e alla mutevolezza del mercato azionario, alla realizzazione dei profitti o alle perdite derivanti dalla vendita o dallo scambio di investimenti azionari, incluse le potenziali perdite derivanti da investimenti negoziabili, non negoziabili e altri, tassi di interesse, rimanenze di cassa e variazioni nel valore equo di strumenti derivati.
  • I risultati Intel potrebbero venire influenzati da condizioni economiche, sociali, politiche e fisiche/infrastrutturali avverse che dovessero verificarsi nei Paesi in cui operano Intel, i suoi clienti o fornitori, tra cui conflitti militari e altri rischi legati alla sicurezza, calamità naturali, interruzioni a livello di infrastrutture, problemi sanitari, e fluttuazioni nei tassi di cambio delle valute estere.
  • I risultati Intel potrebbero inoltre venire influenzati dall’impatto negativo derivante da prodotti difettosi o contenenti errata (valori diversi da quelli indicati dalle specifiche) e da dispute legali o regolamentazioni riguardanti proprietà intellettuale, rapporti con investitori e consumatori, antitrust e altro, come la disputa e le regolamentazioni descritte nei report Intel depositati presso la SEC.

 

Questi fattori, nonché altri elementi che potrebbero influenzare i risultati effettivi di Intel, vengono presi in esame più nel dettaglio nell’ambito dei documenti SEC (Securities & Exchange Commission) della società, incluso il report del Form 10-Q per il trimestre chiuso il 29.03.08

 

Stato delle considerazioni di mercato
Intel prevede incontri privati dei rappresentanti dell'azienda con investitori, analisti finanziari, media e altri durante il trimestre. Nel corso di questi incontri, Intel potrebbe ribadire le considerazioni espresse nel Business Outlook. A partire dalla fine della giornata lavorativa del 29 agosto e fino alla diffusione dei risultati finanziari dell’azienda per il terzo trimestre 2008, Intel attraverserà un “Quiet Period”, durante il quale le considerazioni di mercato rese note nei comunicati stampa e nei documenti dell’azienda depositati presso la SEC dovranno essere considerati superati, poiché si riferivano esclusivamente alla situazione precedente il Quiet Period, e non verranno aggiornati dalla società.

 

Webcast
Un webcast pubblico ha avuto luogo alle 2:30 p.m. PDT del 15 luglio sul sito Web Intel Investor Relations all’indirizzo www.intc.com Il replay del webcast e il download dell’audio in formato MP3 sono disponibili sul sito.

 


Intel (NASDAQ : INTC), leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

 


Intel e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.


* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

La nuova tecnologia di processore Intel® Centrino® 2 rende disponibile l'alta definizione (HD) in movimento, aggiunge funzionalità di sicurezza e gestibilità, aumenta la velocità, la durata della batteria e il campo di copertura wireless

 

Assago (Milano), 15 luglio 2008 – Intel Corporation ha annunciato i prodotti della tecnologia di processore Intel® Centrino® 2 per notebook, basati su cinque nuovi processori Intel Core™2 Duo. Sono circa 250 i modelli innovativi di notebook consumer e business in fase di sviluppo, tra cui alcuni dotati della combinazione di potenti processori, grafica e durata della batteria ideali per la riproduzione di video in alta definizione e molte altre attività di elaborazione e su Internet.

 

Intel ha inoltre presentato il processore dual-core dalle prestazioni più elevate, Intel® Core™2 Extreme a 3,06 GHz, secondo le misurazioni effettuate con il benchmark di settore SPECint*_rate_base2006 (www.spec.org).**

 

In un'estate orientata verso la mobility, Intel ha anche annunciato l'intenzione di presentare entro 90 giorni otto processori che comprenderanno i primi prodotti quad-core per PC portatili finora disponibili e i prodotti di seconda generazione per i notebook ultrasottili e leggeri. In totale, Intel renderà disponibili 14 diversi nuovi processori sul mercato, mentre le vendite di notebook continuano a superare quelle dei PC desktop.

 

La tecnologia di processore Intel Centrino 2 e Intel® Centrino® 2 con tecnologia vPro™ - nome in codice “Montevina” - sono stati progettati per migliorare tutti gli aspetti principali dei notebook, tra cui prestazioni e durata della batteria, tramite nuovi processori e chipset, funzionalità wireless più veloci basate sullo standard draft 802.11n (con WiMAX in arrivo più avanti nel corso dell'anno) e nuove funzioni di gestibilità per il business.

 

“Quando abbiamo introdotto per la prima volta Intel Centrino nel 2003, gli hotspot Wi-Fi erano poco diffusi, i video su YouTube e i media di social networking in pratica non esistevano, i termini "sottile e leggero" venivano utilizzati per indicare gli obiettivi di peso dei portatili, e le vendite di PC desktop superavano quelle dei notebook con un ampio margine”, ha commentato Mooly Eden, Corporate Vice President e General Manager del Mobile Platforms Group di Intel. “Oggi le vendite di notebook superano quelle dei PC desktop negli Stati Uniti e stiamo preparando il terreno per l'intrattenimento HD, i videogame evoluti online, velocità superiori della banda larga wireless e sistemi più semplici e sicuri per la gestione, l'aggiornamento e la riparazione dei notebook aziendali”.

 

Intel introduce cinque nuovi processori dual-core basati sui transistor “reinventati” da Intel (con gate metallici ad alta costante k) e sull’evoluto processo di produzione a 45 nanometri. Questi processori sono dotati di un Front Side Bus più veloce a 1066 MHz e di un massimo di 6 MB di cache L2, con tre versioni in cui il consumo energetivo del processore è ridotto di circa il 30% fino ad appena 25 watt. Inoltre la tecnologia Deep Power Down disattiva i componenti del processore come i clock del core e la memoria cache quando i notebook sono inattivi, per un maggior risparmio energetico.

 

Intel ha inoltre presentato il chipset Intel® 45 Express per PC portatili e la scheda di rete wireless Intel® Wi-Fi Link serie 5000 già in distribuzione presso i clienti, mentre i notebook arriveranno più tardi in luglio e agosto. Con velocità 5 volte superiori e un campo di copertura 2 volte più ampio rispetto alla precedente tecnologia 802.11a/g, Intel Wi-Fi Link serie 5000 offre il supporto per lo standard 802.11 draft-N, con le velocità di trasferimento dati più elevate oggi disponibili, ovvero fino a 450 Mbps.

 

Una nuova caratteristica opzionale per il risparmio energetico nei notebook basati su Intel Centrino 2 rende disponibile sullo stesso notebook grafica sia integrata che non integrata, consentendo agli utenti di passare facilmente tra le due opzioni. Questa caratteristica di grafica intercambiabile offre prestazioni 3D superiori quando sono necessarie, fornendo allo stesso tempo la possibilità di aumentare il risparmio energetico per ottimizzare entrambe le modalità.

 

Per il segmento consumer, la tecnologia di processore Intel Centrino 2 offre per la prima volta la potenza e durata della batteria necessarie per guardare un video completo in alta definizione Blu-Ray* senza dover ricaricare la batteria, oltre alla possibilità di giocare a un'ampia varietà di videogame online, scaricare musica o pubblicare video a velocità mai viste finora.

 

Per il segmento business, Intel Centrino 2 con tecnologia vPro offre opzioni evolute di sicurezza e manageability. Si tratta di un aspetto sempre più importante per le aziende che continuano a sostituire i PC desktop con i notebook, e devono avere la possibilità di eseguire interventi remoti di diagnosi, aggiornamento e riparazione dei sistemi tramite una rete wireless. Sono inoltre state aggiunte funzionalità migliorate di manageability con AMT 4.0, che consente di gestire in modalità wireless i sistemi in “ibernazione” e di configurare i sistemi in remoto, oltre a offrire il supporto per gli standard di gestione di nuova generazione (WS-MAN e DASH 1.0) e la possibilità per i dipendenti di avviare comunicazioni con il reparto IT anche se all’esterno del firewall aziendale.

 

Gli OEM e gli integratori di sistemi del Canale introdurranno sul mercato quasi 250 nuovi sistemi. Per ulteriori informazioni, anche sui prezzi dei prodotti Intel, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.com/go/processor_pricing.

 

E’ l’ora di WiMAX
Più avanti nel corso dell'anno, negli Stati Uniti, Intel inizierà la distribuzione del primo modulo WiMAX/Wi-Fi combinato disponibile nel settore, che fa parte della caratteristica opzionale Intel® WiMAX/Wi-Fi Link serie 5050 dei futuri notebook basati su Intel Centrino 2. WiMAX è una tecnologia wireless a banda larga basata su IP (Internet Protocol) di quarta generazione (4G) complementare alle reti Wi-Fi.

 

Questa tecnologia rende anche disponibile una maggiore copertura Internet e telefonica e, a differenza del Wi-Fi, offre la possibilità di liberare dai cavi intere città o comunità, collegando gli utenti ovunque si trovino, anche in movimento. Intel collabora con i service provider di tutto il mondo per implementare reti WiMAX, come Sprint Xohm e Clearwire che inizieranno a rendere disponibili reti di questo tipo negli Stati Uniti più avanti nel corso dell’anno.

 

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

 

 

Intel, Intel Core, Centrino, Intel vPro e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

 

*Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

 

** Le prestazioni effettive dei prodotti finali potrebbero variare. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web all'indirizzo www.intel.com/performance .

 

Assago (Milano) – 11 luglio 2008 - Nell'ambito di un programma di investimenti in tecnologie pulite, Intel Capital, l'organizzazione di investimenti globali di Intel, ha destinato 24 milioni di euro a Sulfurcell, importante sviluppatore e produttore tedesco di moduli solari a film sottile per la produzione di elettricità. Grazie a questo nuovo investimento Sulfurcell aprirà un nuovo impianto a Berlino ampliando in modo significativo la produzione.

 

Con un investimento da 24 milioni di euro, Intel Capital si é messa alla guida di una cordata di investitori da 85 milioni di euro. Gli investitori europei in tecnologie pulite, tra cui Climate Change Capital Private Equity (Londra), AIG (Zurigo), Demeter Partners (Parigi), Zouk Ventures (Londra) e BankInvest (Copenhagen), hanno investito 38 milioni, mentre il resto del capitale proviene dagli investitori esistenti.

 

“Gli investimenti in energie pulite a livello mondiale, anche per la produzione di energia solare, sono uno dei principali obiettivi di Intel Capital, che é particolarmente attenta alla crescente preoccupazione per il riscaldamento globale e al costante aumento dei costi dell'energia per aziende e privati”, ha spiegato Arvind Sodhani, President di Intel Capital e Executive Vice President di Intel. “Investendo in modo selettivo in tecnologie innovative come quelle fornite da Sulfurcell, favoriamo la fattibilità di opzioni alternative in campo energetico e contribuiamo ad aumentarne l'adozione riducendo allo stesso tempo le emissioni di carbonio”.

 

“Questa operazione di finanziamenti rappresenta un risultato importante per Sulfurcell, e siamo entusiasti di collaborare con un investitore globale caratterizzato dalla leadership e dal know-how di Intel Capital”, ha commentato Nikolaus Meyer, CEO di Sulfurcell. “Con la nostra strategia aggressiva di crescita, il finanziamento ci consentirà di rispondere alla domanda di moduli solari a film sottile in costante crescita in tutti i segmenti di mercato”.

 

Sulfurcell produce moduli monolitici utilizzando materiali a film sottile della famiglia di componenti chimici CIS/CIGSe (rame-indio-solfuro/selenide) per la conversione della luce solare in elettricità. La linea di produzione pilota dell'azienda ha dimostrato le prestazioni del prodotto e la scalabilità del processo che consentiranno di  realizzare in futuro una fornitura in grandi quantità.

 

“Intel Capital ha deciso di investire in Sulfurcell perché i moduli solari CIS/CIGSe si sono rivelati tra i materiali a film sottile con la maggior efficienza di conversione dell'energia. Favoriscono inoltre la diffusione di applicazioni emergenti, ad esempio la realizzazione di materiali fotovoltaici, in cui i moduli solari vengono integrati nella struttura di base di tetti e pareti”, ha affermato Heiko von Dewitz, Investment Director del settore cleantech di Intel Capital in Europa e Israele. “La Germania è uno dei Paesi più attivi nell'adozione dei materiali fotovoltaici come fonte di energia alternativa, e riteniamo che la posizione di Sulfurcell sia ideale per contribuire alla maggiore diffusione della stessa in Germania e in altri Paesi del mondo”.

 

Intel Capital è impegnata particolarmente nel settore delle energie pulite, individuando e realizzando attivamente investimenti in aziende di tutto il mondo che si occupano di prodotti e servizi in vari ambiti “green”, ad esempio, l'efficienza energetica, la generazione e la conservazione di energie alternative il trasporto e la realizzazione dei materiali.

 

Informazioni su Intel Capital

Intel Capital, l'organizzazione di investimenti globali di Intel, si occupa di realizzare investimenti azionari nelle startup e nelle aziende innovative del settore della tecnologia a livello mondiale. Intel Capital investe in aziende che offrono hardware, software e servizi destinati a imprese, privati, mobilità, sanità, Internet consumer, oltre che alla produzione di semiconduttori e alle tecnologie pulite.

 

Dal 1991 Intel Capital ha investito più di 7,5 miliardi di dollari USA in circa 1.000 aziende in 45 Paesi. In questo periodo, circa 168 aziende del portafoglio sono state quotate nelle borse di tutto il mondo e altre 212 sono state acquisite o partecipate in fusioni. Nel 2007 Intel Capital ha investito approssimativamente 639 miliardi di dollari in circa 166 trattative, con quasi il 37% dei fondi investiti al di fuori degli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni su Intel Capital e sui vantaggi differenziati che offre, visitate il sito Web all'indirizzo www.intelcapital.com.

 

Informazioni su Sulfurcell

Sulfurcell si occupa di sviluppo, produzione e distribuzione di moduli solari fotovoltaici a film sottile utilizzando una tecnologia proprietaria basata su CIS. I moduli solari fotovoltaici di Sulfurcell sono caratterizzati da un’elevata produzione di energia, anche a temperature elevate o in condizioni di ombreggiatura parziale. L'aspetto discreto e omogeneo di questi moduli soddisfa i più elevati standard estetici. Sulfurcell è attualmente uno dei primi tre dei circa 20 produttori di moduli solari basati su CIS/CIGSe a livello mondiale. L'azienda conta 120 dipendenti. Per ulteriori informazioni, visitate il sito Web www.sulfurcell.de.

 

Intel è un marchio di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

 

*Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

Filter News Archive

By author: By date:
By tag: