Il più veloce chip di Intel di fascia enterprise per il computing a elevate prestazioni (HPC) offre in media una velocità di elaborazione 3 volte superiore alla generazione precedente e oltre 20 nuove funzionalità per l’affidabilità

 

PUNTI PRINCIPALI

 

  • Il maggiore balzo in avanti in termini di prestazioni nella storia del processore Intel® Xeon®, con un miglioramento su un’ampia serie di benchmark 3 volte maggiore.
  • I data center possono sostituire 20 server single-core con un solo sistema basato sul nuovo processore Intel Xeon 7500¹ series.
  • Le oltre 20 nuove funzioni per l’affidabilità, e le prestazioni del processore Intel® Xeon® 7500 series a 16 thread accelerano ulteriormente l’adozione di sistemi server basati su Architettura Intel per le applicazioni mission critical.
  • I progressi senza precedenti nella scalabilità consentono nuovi design che vanno dalle piattaforme a due socket fino ai 256 chip per sistema.
  • Sui nuovi server la capacità di memoria quadruplicherà (fino a 1 terabyte con le configurazioni a 4 processori); la larghezza di banda della memoria aumenterà di 8 volte.

 

Assago (Milano), 30 marzo 2010 – Intel Corporation ha oggi concluso la transizione verso la premiata microarchitettura di chip “Nehalem” con il lancio dei processori Intel® Xeon® 7500 series. In meno di 90 giorni, Intel ha introdotto tutti i nuovi processori per PC, notebook e server del 2010 che aumentano l’efficienza energetica e la velocità di calcolo e comprendono numerose  nuove caratteristiche che rendono i computer più intelligenti, flessibili e affidabili.

 

Espandibili, si possono installare da 2 fino a 256 chip per server, i nuovi processori Intel Xeon offrono in media prestazioni 3 volte superiori rispetto ai processori Intel Xeon 7400 series con i principali benchmark di classe enterprise e sono dotati di oltre 20 nuove funzionalità per l’affidabilità.

 

Da venti vecchi server a un solo nuovo server
L’unione di prestazioni scalabili, affidabilità avanzata e minori costi complessivi di gestione dei processori Xeon 7500 series accelererà ulteriormente il passaggio da sistemi proprietari a server basati su processori Intel standard del settore. Queste nuove funzionalità consentono ai responsabili IT di consolidare fino a 20 server quadri processore single-core, di precedente generazione in un solo server basato su processori Intel Xeon 7500 series, mantenendo lo stesso livello di prestazioni di ogni server che venga virtualizzato. In questo modo si otterrebbe una riduzione fino al 92% dei costi energetici e un ritorno sugli investimenti entro un anno, grazie alla riduzione dei costi di alimentazione, raffreddamento e licenze.

 

“Il processore Xeon 7500 series porta funzionalità mission critical nella fascia mainstream grazie al più significativo balzo in avanti a livello di prestazioni, scalabilità e affidabilità finora raggiunto da Intel”, ha dichiarato Kirk Skaugen, Vice President dell’Intel Architecture Group e General Manager del Data Center Group di Intel. “Questa combinazione aiuterà gli utenti a raggiungere nuovi livelli di produttività e ad accelerare la migrazione del settore da architetture proprietarie. Stiamo ‘democratizzando’ il computing di fascia alta.”

 

Nuovi standard per l’affidabilità e la scalabilità
I carichi di lavoro mission critical di clienti come gli ospedali e le Borse Valori, che non possono in nessun modo permettersi downtime imprevisti, possono trarre vantaggio da oltre 20 nuove funzionalità che consentono un balzo in avanti in termini di affidabilità, disponibilità e facilità di manutenzione (RAS). Tali funzionalità per l’affidabilità sono progettate per migliorare la protezione dell’integrità dei dati, incrementare la disponibilità e ridurre al minimo i downtime programmati.

 

Per esempio questo è il primo processore Xeon con Machine Check Architecture (MCA) Recovery, una funzione che permette al silicio di lavorare con il sistema operativo e al gestore di macchine virtuali di correggere errori di sistema altrimenti fatali, un meccanismo che finora era presente soltanto nella famiglia di processori Intel® Itanium® e nei processori RISC.

 

Il processore Intel Xeon 7500 series offre livelli straordinari di scalabilità ottenuti tramite componenti modulari con tecnologia Intel® QuickPath Interconnect (QPI). Con la tecnologia QPI, è possibile costruire server a 8 processori a costi contenuti e altamente scalabili che non richiedono chip node controller specializzati di terze parti per “tenere insieme” il sistema. Intel sta inoltre collaborando con i produttori di sistemi per offrire sistemi ultrascalabili a 16 processori e sistemi fino a 256 processori con il supporto di 16 terabyte di memoria (un terabyte è pari a mille gigabyte) per “supernodi” di computing ad elevate prestazioni, che eseguono applicazioni che richiedono grande larghezza di banda, come quelle utilizzate per le analisi finanziarie, le previsioni meteo computerizzate e il sequenziamento genomico.


Prestazioni oltre ogni record
Il processore Intel Xeon 7500 series rappresenta il più grande balzo in avanti in termini di prestazioni della storia della famiglia di processori Xeon, con un chip in media tre volte più veloce su una vasta gamma di benchmark che ha stabilito 20 nuovi record mondiali, compresi gli straordinari risultati registrati con Cisco*, Dell*, Fujitsu*, IBM*, NEC* e SGI*.

ModelloN.di socketAsserzione di record mondiali con i benchmark2
SGI* Altix* UV 1000

64

SPECint*_rate_base2006, SPECfp*_rate_base2006
Fujitsu* PRIMEQUEST*1800E

8

SAP* Sales and Distribution (SD) two-tier, SPECjbb*2005, SPECfp*_rate_base2006, and SPECint*_rate_base2006
NEC* Express*5800/A1080a-E

8

TPC Benchmark* E
Cisco* UCS C460 M1

4

SPECint*_rate_base2006, LS-Dyna* car2car high-performance computing (HPC), SPECompL*_base2001
Dell* PowerEdge* R910

4

SPECjAppServer*2004
Fujitsu* PRIMERGY* RX600-S5

4

SAP* BI-Datamart
IBM* System x* 3850 X5

4

VMmark*, TPC Benchmark* E, SAP* SD two-tier, SPECjEnterprise*2010, SPECfp*_rate_base2006, and SPECjbb*2005
SGI* Altix* UV 10

4

SPECompM*2001
Dell* PowerEdge* R810

2

SPECjbb*2005
IBM* System x* 3950 X5

2

SPECint*_rate_base2006

 

Per i risultati dettagliati delle prestazioni e ulteriori informazioni su tuttii record mondiali visitate la pagina www.intel.com/performance/server/xeon_mp/summary.htm

 

Virtualizzazione su vasta scala
Il processore Intel Xeon 7500 series soddisfa la crescente tendenza delle organizzazioni IT, che hanno necessità di virtualizzare grandi carichi di lavoro mission critical per applicazioni come l’Enterprise Resource Planning. Con una larghezza di banda della memoria fino a otto volte quella del processore Intel Xeon 7400 series e quattro volte la sua capacità di memoria con 16 slot di memoria per processore, Xeon 7500 series è in grado di supportare un terabyte (o 1.000 gigabyte) di memoria in una piattaforma a quattro socket. Le tecnologie Intel Virtualization Technologies, che comprendono nuove funzionalità di virtualizzazione di I/O e Intel® Virtualization Technology (VT) FlexMigration, consentono la migrazione live delle macchine virtuali su tutte le piattaforme basate sulla microarchitettura Intel® Core™, garantendo la protezione degli investimenti agli amministratori che intendono utilizzare pool di sistemi virtualizzati per agevolare la gestione di failover, disaster recovery, bilanciamento dei carichi, manutenzione ottimale dei server e downtime.

 

Server a due chip e dai costi ottimizzati
Le nuove piattaforme di classe espandibile a due chip con una ampia capacità di memoria basate sul processore Intel Xeon 7500 series sono ideali per database e ambienti di virtualizzazione che richiedono grandi quantità di memoria. I processori Intel Xeon 7500 series sono disponibili in versioni quad, sei e otto-core con il doppio di thread grazie alla tecnologia Intel® Hyper-Threading. Il processore Intel Xeon 6500 series rappresenta una soluzione a costi inferiori per server a 2 chip con grandi requisiti di memoria.

 

Dettagli sul prodotto
Il processore Intel Xeon 7500 series supporta fino a 8 core integrati e 16 thread, e può scalare fino a 32 core e 64 thread per piattaforme a 4 chip o 64 core e 128 thread per piattaforme a 8 chip. È disponibile con frequenze fino a 2,66 GHz e 24 MB di memoria Intel® Smart Cache, quattro link Intel QPI e tecnologia Intel® Turbo Boost. I livelli di dissipazione del Thermal Design Point (TDP) sono compresi tra 95 e 130 watt.

Il processore Intel Xeon X7560, con 8 core e 24 MB di cache, è progettato per carichi di lavoro altamente paralleli, ad uso intensivo di dati mission critical, mentre il processore Intel Xeon X7542 rappresenta un’opzione a 6 core con frequenza ottimizzata a 2,66 GHz pensata per le applicazioni di computing ad elevate prestazioni dei supernodi nel campo delle scienze e dei servizi finanziari.

 

Disponibilità
L’innovativo scaling modulare del processore Xeon® 7500, in abbinamento al chipset Intel® 7500 e agli Intel 7500 Scalable Memory Buffer, consente la costruzione di sistemi OEM dal design esclusivo, portando sul mercato dei server mainstream una vasta gamma di configurazioni di socket, memoria e I/O, fattori di forma e caratteristiche di affidabilità finora non disponibili in questa fascia. I produttori di sistemi e di software enterprise si stanno preparando a sfruttare le funzionalità di fascia alta dei processori Intel Xeon 7500 series offrendo soluzioni altamente innovative a costi molto più contenuti rispetto alle vecchie soluzioni proprietarie. Con oltre il doppio dei design rispetto al processore Intel Xeon 7400 series della generazione precedente, i costruttori di sistemi dovrebbero annunciare già a partire da oggi la disponibilità dei nuovi sistemi basati su processori Intel Xeon 7500/6500 series. Tra questi produttori si contano Bull*, Cisco*, Cray*, Dell*, Fujitsu*, Hitachi*, HP*, IBM*, Inspur*, NEC*, Oracle*, SGI*, Supermicro* e Quanta*.


Per ulteriori informazioni, consultate la pagina: www.intel.com/server.


Intel [NASDAQ: INTC], leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

 

Intel, Intel Xeon, Core e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.


¹Affermazione sulle prestazioni medie 3 volte superiori basate sulla media geometrica di quattro benchmark diffuse e standard del settore di classe enterprise (SPECjbb*2005, SPECint*_rate_base2006, SPECfp*_rate_base2006 e TPC Benchmark* E) confrontando i migliori risultati pubblicati/inviati ottenuti con una piattaforma server a 4 socket (4S) basata su processori Intel Xeon X7560 con i migliori risultati pubblicati di una piattaforma 4S basata su processori Intel Xeon X7460 in data 26 marzo 2010. Per maggiori dettagli consultare www.intel.com/performance/server/xeon_mp/summary.htm.


²L'affermazione sui record mondiali è basata sul confronto di piattaforme server con numero analogo di socket basate su architettura x86 se non altrimenti specificato. Risultati sulle prestazioni basati sui risultati pubblicati/inviati in data 26 marzo 2010. Per l’elenco completo dei benchmark record, consultare www.intel.com/performance/server/xeon_mp/summary.htm.


* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.


I test e gli indici di prestazioni sono calcolati utilizzando sistemi e/o componenti specifici e riflettono le prestazioni approssimative dei prodotti Intel® in base alle misurazioni di questi test. Qualsiasi differenza nell'hardware del sistema, nella progettazione del software o nella configurazione potrebbe influire sulle prestazioni effettive.  Gli acquirenti sono tenuti a consultare altre fonti di informazioni, per valutare le prestazioni dei sistemi o dei componenti che intendono acquistare. Per ulteriori informazioni sui test delle prestazioni e sulle prestazioni dei prodotti Intel, visitare il sito Web all'indirizzo  www.intel.com/performance/resources/benchmark_limitations.htm.  SPEC, SPECint, SPECfp, SPECrate, SPECjAppServer e SPECjbb sono marchi di Standard Performance Evaluation Corporation. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web www.spec.org. TPC Benchmark è un marchio di Transaction Processing Council. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web www.tpc.org.

La tecnologia Intel® Turbo Boost richiede una piattaforma con un processore dotato di funzionalità Intel Turbo Boost. Le prestazioni della tecnologia Intel Turbo Boost variano in base alla configurazione di hardware, software e del sistema. Per informazioni sulla disponibilità della tecnologia Intel Turbo Boost, consultare il produttore del PC. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web all'indirizzo www.intel.com/technology/turboboost.


I numeri dei processori Intel® non corrispondono a una misurazione delle prestazioni, ma sono stati concepiti per differenziare le caratteristiche all'interno di ogni famiglia di processori, e non tra le varie famiglie di processori. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web all'indirizzo www.intel.com/products/processor_number.


Intel non controlla né verifica la progettazione o l'implementazione di benchmark o siti Web di terze parti citati in questo documento. Intel incoraggia tutti i clienti a visitare i siti Web citati o altri siti in cui vengono segnalati benchmark delle prestazioni simili e verificare se i benchmark citati sono accurati e riflettono le prestazioni dei sistemi da acquistare.

Processori a 32nm con gate metallici ad alta costante k (high-k) di seconda generazione che coniugano sicurezza, prestazioni ed efficienza energetica

  • Primi processori basati sulla tecnologia di processo a 32 nanometri di fascia enterprise con nuove integrate funzionalità di sicurezza per migliorare l'integrità dei dati e la virtualizzazione dei server.
  • Prestazioni fino al 60% superiori rispetto ai processori della generazione precedente: i data center possono sostituire 15 server basati su processori single-core con un unico sistema basato sui nuovi Xeon 5600 series e ottenere un ritorno sull'investimento in appena 5 mesi.
  • Primi processori a sei core per sistemi embedded che offrono migliori livelli di prestazioni per i dispositivi connessi alla rete.
  • Il processore per PC desktop di fascia più alta che offre prestazioni straordinarie per la creazione di contenuti digitali, il rendering 3D, il multitasking e i videogame estremi.

 

Assago (Milano), 16 marzo 2010 – Intel Corporation ha introdotto sul mercato il processore Intel® Xeon® 5600 series, caratterizzato da  funzionalità di sicurezza, prestazioni ed efficienza energetica senza precedenti. I nuovi processori includono due nuove caratteristiche per la sicurezza, Intel® Advanced Encryption Standard New Instruction (Intel® AES-NI) e la tecnologia Intel® Trusted Execution (Intel® TXT), che velocizzano le prestazioni delle operazioni di crittografia e decrittografia per aumentare la sicurezza delle transazioni e degli ambienti virtualizzati, mettendo a disposizione dei data center una base più solida per la protezione degli ambienti cloud.

 

Si tratta inoltre dei primi chip per server e workstation basati sull'innovativa tecnologia di processo a 32 nanometri (nm), che utilizzando i transistor Intel con gate metallici ad alta costante k (high-k) di seconda generazione permettono un incremento della velocità e una riduzione del consumo energetico. Il processore Intel Xeon 5600 series supporta fino a sei core per processore e offre prestazioni fino al 60% più elevate rispetto al processore precedente Intel Xeon 5500 series a 45 nm. Inoltre, nei data center è possibile sostituire 15 server basati su processori single-core con un unico nuovo sistema e ottenere un ritorno sull'investimento in appena 5 mesi.

 

I data center possono inoltre trarre vantaggio dall'efficienza energetica del processore Xeon 5600 series. Un server a 2 socket basato sul nuovo processore Intel Xeon L5640 a basso voltaggio è in grado di offrire le stesse prestazioni di un server basato sui processoriIntel Xeon della precedente generazione, ma con un consumo energetico della piattaforma fino al 30% inferiore. Per ulteriori informazioni, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.com/performance/server/xeon/summary.htm.

 

“Il processore Intel Xeon 5600 series costituirà la struttura portante degli ambienti informatici mainstream”, ha commentato Kirk Skaugen, Vice President dell'Intel Architecture Group. “Le nuove funzionalità di sicurezza garantiranno una maggiore tranquillità ai responsabili IT, mentre i miglioramenti apportati in termini di prestazioni, virtualizzazione dei server e consumo energetico favoriranno una maggiore produttività ed efficienza per piu diverse applicazioni, dalle transazioni di dati alla diagnostica per immagini e ai prototipi digitali eseguiti con le workstation”.

 

Sicurezza avanzata
Con le minacce emergenti, le nuove architetture e le normative in continua evoluzione, la sicurezza è diventata fonte di crescente preoccupazione per i responsabili IT e rappresenta spesso un ostacolo all'implementazione di infrastrutture informatiche più evolute. Il processore Intel Xeon 5600 series offre una risposta a queste problematiche grazie alle nuove caratteristiche che contribuiscono ad assicurare una maggiore integrità dei dati.

 

Il processore Intel Xeon 5600 series offre inoltre un nuovo set di istruzioni, Intel AES-NI, introdotto per la prima volta con la nuova famiglia di processori Intel® Core® del 2010. Queste istruzioni accelerano le prestazioni AES velocizzando le operazioni di crittografia e decrittografia dei dati per un'ampia varietà di applicazioni, ad esempio crittografia dei database, crittografia completa del disco e transazioni Internet protette.

La tecnologia Intel TXT fornirà la sicurezza necessaria negli ambienti cloud rendendo disponibile un ambiente di avvio della piattaforma più sicuro, oltre a proteggere le applicazioni che vengono trasferite tra server virtualizzati. Le funzionalità integrate nel processore proteggono dal malware aumentando la sicurezza dell'esecuzione delle applicazioni e dei dati importanti negli ambienti virtualizzati.

 

Operando congiuntamente, Intel TXT e Intel AES assicurano prestazioni e funzionalità superiori negli ambienti virtualizzati, oltre a una maggiore sicurezza nelle fasi di avvio, migrazione o archiviazione.

 

Prestazioni più elevate, consumi ridotti
La sicurezza del processore Intel Xeon 5600 series si abbina a prestazioni, versatilità ed efficienza energetica per migliorare l'efficienza delle operazioni del data center. Tecnologie come Intel® Turbo Boost, Intel® Hyper-Threading e l’ultima versione di Intel® Virtualization (VT) si adattano ai requisiti prestazionali degli utenti, ottimizzano il multitasking e aumentano l'affidabilità e la gestibilitá degli ambienti IT consolidati.

 

La versione quad-core del processore Xeon 5600 series, ottimizzata per la frequenza, opera a 3,46 GHz con un TDP di 130 watt, mentre la versione a sei core raggiunge i 3,33 GHz con un TDP di 130 watt. Le versioni evolute a sei core opereranno a 2,93 GHz con un TDP di 95 watt, mentre il processore quad-core standard raggiungerà i 2,66 GHz a 80 watt. Le versioni a basso consumo del chip saranno caratterizzate da TDP di appena 60 W e 40 W e saranno dotate rispettivamente di sei e quattro core.

 

Intel ha inoltre annunciato la disponibilità del processore Intel® Xeon® L3406 Series. Destinato al segmento dei micro server monoprocessore, questo processore - con un TDP - di appena 30 W rappresenta la soluzione ideale per ambienti con fattori di forma ad alta densità e requisiti energetici rigorosi.

 

Record mondiali nelle prestazioni
Il processore Intel Xeon 5600 series estende i vantaggi prestazionali offerti dal processore Intel Xeon 5500 con oltre 12 nuovi record mondiali per i server e le workstation a 2 socket.

 

Questi processori offrono livelli straordinari di efficienza energetica e prestazioni e hanno stabilito un nuovo record con SPECpower*_ssj2008 sia per i server a nodo singolo che multi-nodo. In particolare, il sistema server IBM* x3650 M3 (nodo singolo) ha ottenuto il punteggio complessivo di 2.927 ssj_ops/watt, con un miglioramento del 42% rispetto al processore Intel Xeon serie 5500 della generazione precedente, mentre il sistema server IBM* dx360 M3 (multi-nodo) ha registrato un risultato complessivo di 3.038 ssj_ops/watt, con un miglioramento fino al 31% rispetto ai processori della generazione precedente. Il server a 2 socket Fujitsu* PRIMERGY* RX300 S6, con due processori Intel Xeon serie L5640 soddisfa i requisiti dei clienti che desiderano le prestazioni del processore Intel Xeon serie X5570 ma con un consumo energetico della piattaforma fino al 30% inferiore.

 

Il sistema Fujitsu* PRIMERGY* RX300 S6 ha stabilito un record mondiale nelle prestazioni Java* (punteggio SPECjbb2005* di 928.393, fino al 46% più elevato rispetto alla generazione precedente), un record mondiale nelle prestazioni ERP (punteggio SAP*-SD 2-Tier ERP 6.0 Unicode di 4.860 utenti benchmark, fino al 27% più elevato rispetto alla generazione precedente) e un record mondiale nelle prestazioni dei servizi Web (punteggio SPECweb2005* di 104.422, fino al 25% più elevato rispetto alla generazione precedente). Il sistema Dell* PowerEdge* R710 ha stabilito un nuovo record mondiale nelle prestazioni delle piattaforme server a 2 socket in base a SPECint*rate_base2006 con un punteggio di 355 e in base a SPECfp*_rate_base2006 con un punteggio di 248.

 

I server Cisco* UCS* B250 M2 basati su due processori Intel Xeon serie X5680 hanno stabilito un record mondiale per le prestazioni di virtualizzazione con un punteggio VMMark* di 35,83 con 26 tile, ovvero prestazioni fino al 42% più elevate rispetto alla generazione precedente. La piattaforma Cisco* UCS* B200 M2 ha registrato un punteggio record con SPEComp*Mbase2001 e la piattaforma Cisco* UCS C250 M2 un punteggio record mondiale con il benchmark SPECjAppServer2004*.

 

Per i dettagli sui risultati delle prestazioni e ulteriori informazioni sui record mondiali, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.com/performance/server/xeon/summary.htm.

 

Nuovi processori embedded
Oltre ai processori di fascia enterprise, Intel ha lanciato tre processori specifici per il segmento embedded, tra cui i primi processori a sei core, Intel Xeon E5645 e L5638, e le versioni quad-core L5618 e E5620. Questi processori, con un supporto del ciclo di vita di 7 anni, sono progettati per gli ambienti con vincoli termici e per quelli dedicati alle comunicazioni, e consentiranno un trasferimento più rapido ed efficiente delle applicazioni tra dispositivi connessi alla rete.

 

Processore Extreme a 32nm
Intel ha inoltre annunciato la disponibilità del nuovo processore Intel® Core™ i7-980X Extreme Edition, il primo processore Intel a sei core con 12 thread di elaborazione realizzato con il processo produttivo a 32 nm. Con prestazioni straordinarie per la creazione di contenuti digitali, il rendering 3D, il multitasking e i videogame estremi, il nuovo processore Intel Core i7-980X è compatibile a livello drop-in** con la maggior parte delle attuali schede madri basate su chipset Intel® X58 Express. Con una velocità di 3,33 GHz, il processore Core i7-980X viene fornito con l'overclocking abilitato*** per offrire flessibilità agli utenti avanzati che desiderano personalizzare le impostazioni della velocità, ed è dotato di 12 MB di Intel® Smart Cache, il 50% in più rispetto all'attuale processore Intel di punta per i PC desktop. Nel corso della recente conferenza Game Developer tenutasi a San Francisco sono stati presentati videogame altamente threaded e prodotti per la creazione di contenuti digitali, ad esempio Ubisoft* R.U.S.E*, Sega* Napoleon: Total War* e Cakewalk* Sonar Producer*.

 

“Napoleon: Total War è basato sul nostro motore multi-threaded di seconda generazione e sul nuovo processore Intel Core i7-980X, che ci consentono di offrire un'esperienza più realistica grazie a un maggior coinvolgimento nell'azione”, ha commentato Mike Simpson, Creative Director per Creative Assembly Software*. “Grazie al maggiore numero di core del processore Intel Core i7-980X,siamo in grado di aggiungere maggiori dettagli all'animazione delle unità di combattimento, sia terrestri che navali, per una migliore fedeltà visiva del videogame”.

 

Sistemi
A partire da oggi e nei prossimi 45 giorni, sono previsti annunci di server e workstation basati sul processore Xeon serie 5600 da parte di un'ampia varietà di produttori di sistemi di tutto il mondo, tra cui Cisco*, Dell*, Fujitsu*, HP, IBM* e Oracle*.

 

Le piattaforme basate su Xeon 5600 sono supportate anche da molti fornitori di software, ad esempio Citrix*, IBM*, Microsoft*, Novell*, Oracle*, Red Hat*, SAP AG* e VMware*. Per ulteriori informazioni sulle piattaforme straordinarie offerte da Intel e dai principali fornitori di software, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.com/business.

 

 

Il prezzo dei processori Intel Xeon serie 5600 varia da 387 a 1.663 dollari USA in lotti da 1.000 unità. I processori embedded E5645, L5638 e L5618 sono disponibili rispettivamente al prezzo di 958, 958 e 530 dollari in lotti da 1.000 unità. Il processore Intel Core i7-980X è disponibile al prezzo di 999 dollari in lotti da 1000 unità. Per facilitare la transizione dei rivenditori verso questa nuova serie di processori, tutte le schede madri e i sistemi Intel per server che supportano il processore Intel Xeon 5500 series della generazione precedenti sono compatibili anche con il processore Intel Xeon 5600 series.

 

 

Per ulteriori dettagli sul processore Xeon 5600 series, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.com/xeon.
Per ulteriori dettagli sui record mondiali e altre affermazioni, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.com/performance/server/xeon/summary.htm.
Ulteriori informazioni sul processore Intel Core i7-980X sono disponibili all'indirizzo Web  www.intel.com/products/processor/corei7ee/index.htm.

Intel [NASDAQ: INTC], leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.


Intel, Xeon, Core e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

 

* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

 

** Come sempre, contattare il fornitore della scheda madre per informazioni su componenti specifici. Sarà necessario un aggiornamento del BIOS.

 

*** Avviso: la modifica della frequenza di clock e/o della tensione possono (i) ridurre la stabilità del sistema e la durata utile del sistema e del processore; (ii) causare guasti al processore e ad altri componenti del sistema; (iii) causare la riduzione delle prestazioni del sistema; (iv) causare surriscaldamento o danni aggiuntivi e (v) avere un impatto negativo sull'integrità dei dati di sistema. Intel non ha testato e non garantisce il funzionamento del processore al di fuori delle sue specifiche.


L'affermazione sul record mondiale è basata sul confronto di piattaforme server a due socket basate su architettura x86. I risultati prestazionali sono basati su risultati pubblicati/inviati in data 16.03.10. I dettagli della configurazione della piattaforma sono disponibili all'indirizzo www.intel.com/performance/server/xeon/summary.htm.

 

I test e gli indici di prestazioni sono calcolati utilizzando sistemi e/o componenti specifici e riflettono le prestazioni approssimative dei prodotti Intel® in base alle misurazioni di questi test. Qualsiasi differenza nell'hardware del sistema, nella progettazione del software o nella configurazione potrebbe influire sulle prestazioni effettive. Gli acquirenti sono tenuti a consultare altre fonti di informazioni per valutare le prestazioni dei sistemi o dei componenti che stanno considerando di acquistare. Per ulteriori informazioni sui test delle prestazioni e sulle prestazioni dei prodotti Intel, consultare il sito Web di Intel all'indirizzo www.intel.com/performance/resources/limits.htm oppure telefonare al numero (USA) 800-628-8686 o 916-356-3104.

 

La tecnologia Intel® Virtualization richiede un sistema con processore Intel®, BIOS, VMM (Virtual Machine Monitor) e, per alcuni utilizzi, con un determinato software della piattaforma, appositamente abilitati. La funzionalità, le prestazioni e altri vantaggi della tecnologia di virtualizzazione dipendono dalla configurazione hardware e software in uso e possono richiedere un aggiornamento del BIOS. Le applicazioni software possono non essere compatibili con tutti i sistemi operativi. Consultare il fornitore dell'applicazione.

 

La tecnologia Intel® Hyper-Threading (Intel® HT) richiede un sistema informatico con processore che supporti la tecnologia HT, oltre a chipset, BIOS e sistema operativo compatibili con questa tecnologia. Le prestazioni possono variare a seconda di hardware e software utilizzati. Per ulteriori informazioni, anche sui processori che supportano la tecnologia Intel® HT, visitare il sito Web all'indirizzo www.intel.com/products/ht/hyperthreading_more.htm.

 

La tecnologia Intel® Turbo Boost richiede una piattaforma con un processore dotato di funzionalità Intel Turbo Boost. Le prestazioni della tecnologia Intel Turbo Boost variano in base alla configurazione di hardware, software e del sistema. Per informazioni sulla disponibilità della tecnologia Intel Turbo Boost, consultare il produttore del PC. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web all'indirizzo www.intel.com/technology/turboboost.

 

I numeri dei processori Intel® non corrispondono a una misurazione delle prestazioni, ma sono stati concepiti per differenziare le caratteristiche all'interno di ogni famiglia di processori, e non tra le varie famiglie di processori. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web all'indirizzo www.intel.com/products/processor_number/.

 

I prodotti Intel® non sono destinati all'uso in applicazioni mediche, per il salvataggio o il mantenimento della vita, nei sistemi strategici di controllo o sicurezza o negli impianti nucleari. Tutte le date e i prodotti vengono specificati solo ai fini della pianificazione e sono soggetti a modifica senza preavviso.

 

Intel non controlla né verifica la progettazione o l'implementazione di benchmark o siti Web di terze parti citati in questo documento. Intel incoraggia tutti i clienti a visitare i siti Web citati o altri siti in cui vengono segnalati benchmark delle prestazioni simili e verificare se i benchmark citati sono accurati e riflettono le prestazioni dei sistemi da acquistare.

L'unità SSD da 40 GB Offre agli Utenti Prestazioni a Stato Solido a un Prezzo Particolarmente Competitivo

  • Intel presenta l'unità a stato solido (SSD) SATA X25-V Value al prezzo competitivo di 125 dollari.
  • Ideale per i netbook a costi contenuti o come unità di avvio per i PC desktop con doppia unità SSD/HDD, l'unità X25-V offre prestazioni SSD a un prezzo accessibile.
  • È ora possibile abbinare un'unità SSD al disco fisso dei PC desktop per migliorare le prestazioni generali e velocizzare l'avvio del sistema e l'apertura delle applicazioni.

 

ASSAGO (MILANO), 16 marzo 2010 – Intel Corporation ha annunciato un nuovo componente della pluripremiata linea di unità a stato solido a elevate prestazioni (SSD): l'unità SSD SATA Intel® X25-V Value. Disponibile al prezzo di 125 dollari, questa unità da 40 GB è destinata al segmento dei netbook a costi contenuti e dei PC desktop configurati con doppia unità o con unità di avvio per offrire agli utenti le prestazioni e l'affidabilità delle soluzioni a stato solido a un prezzo accessibile entry-level.

 

Le unità SSD possono sostituire o coesistere con i tradizionali dischi fissi (HDD). Non avendo parti mobili o dischi rotanti, queste unità sono più affidabili e offrono prestazioni più elevate rispetto ai dischi fissi. In questo modo gli utenti diventano più produttivi grazie a tempi di risposta complessivi del sistema più veloci. Con un prezzo così competitivo, gli utenti possono usufruire dei vantaggi di un'unità SSD aggiungendola all'attuale PC desktop in configurazione a doppia unità o "unità di avvio". In questa configurazione, l’unità SSD Intel X25-V viene aggiunta a un PC desktop già dotato di HDD, ed è possibile caricarvi il sistema operativo e le applicazioni utilizzate più di frequente per trarre vantaggio dalle prestazioni più elevate, circa 4 volte più veloci rispetto a un disco fisso da 7200 rpm**, continuando a utilizzare il disco fisso come spazio di storage di capacità più ampia per i dati. L'unità SSD in questa configurazione viene in genere definita unità di avvio, in quanto accelera i tempi di avvio del sistema.

 

L'utente potrebbe, ad esempio, caricare nella SSD da 40 GB utilizzata come unità di avvio il sistema operativo Microsoft* Windows* 7, le applicazioni di Microsoft Office e i propri videogame preferiti, come Dragon Age: Origins*, e usufruire di prestazioni generali di sistema fino al 43% più veloci o di un'esperienza di gioco fino all'86% migliorata**. L’unità SSD velocizza inoltre operazioni come l'avvio del sistema, l'apertura di applicazioni e file o il ripristino dalla modalità standby.

 

“L'unità a stato solido Intel è la nostra SSD più venduta”, ha dichiarato Stephen Yang, Product Manager per le unità SSD dell'e-Tailer Newegg.com. “Questo nuovo componente a costi contenuti offrirà a un maggior numero di clienti la possibilità di usufruire dei vantaggi delle unità SSD, non solo nei notebook o nei PC di fascia alta, ma anche nei PC desktop mainstream come unità di avvio. Si tratta del prezzo ideale per convertire più utenti alle soluzioni SSD”.

 

L'unità Intel X25-V include 40 GB di memoria flash NAND a 34 nm. Questa memoria non volatile conserva i dati, anche in assenza di alimentazione, e viene utilizzata in applicazioni quali smartphone, lettori musicali portatili, schede di memoria o unità SSD per l'archiviazione veloce e affidabile dei dati. I vantaggi delle unità SSD rispetto ai tradizionali dischi fissi includono prestazioni più elevate, risparmio della batteria e una maggiore robustezza.

 

“Con l'aggiunta dell'unità Intel X25-V all'attuale famiglia di SSD a elevate prestazioni offriamo ai rivenditori una gamma completa di unità a stato solido potenti e di qualità per gli upgrade dei notebook, le configurazioni dei PC desktop a doppia unità o le applicazioni embedded”, ha affermato Pete Hazen, Director of Marketing per l'Intel NAND Solutions Group. “L'adozione delle unità SSD continua a essere una delle tendenze più interessanti nel personal computing, e questo prodotto entry-level consente agli utenti di usufruire dei vantaggi delle SSD Intel in termini di produttività e prestazioni a un prezzo accessibile”.

 

L'unità Intel X25-V da 40 GB completa la linea di prodotti SSD SATA Intel® X25-M Mainstream a elevate prestazioni che offrono capacità da 80 GB e 160 GB. Tutte le unità SSD Intel sono progettate e realizzate da Intel utilizzando la memoria flash NAND di IM Flash Technologies (IMFT) e includono un controller proprietario e un firmware aggiornabile. L'unità X25-V è disponibile al prezzo di 125 dollari USA in lotti da 1.000 unità ed è già disponibile per la distribuzione a livello mondiale.

 

Inoltre, l'unità supporta la funzione Trim di Microsoft Windows 7 tramite l'Intel® SSD Optimizer. È inoltre incluso l'Intel® SSD Toolbox, un set di utility sviluppate da Intel per consentire di gestire in modo più efficace e preservare le prestazioni predefinite delle unità SSD Intel. Anche gli utenti di Windows* XP e Vista* possono usufruire di questi tool, disponibili per il download all'indirizzo www.intel.com/go/ssdtoolbox.

 

Per informazioni sulle specifiche dell'unità Intel X25-V, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.com/go/ssd.

 

Informazioni su Intel
Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com o seguite i post sui dischi a stato solido Intel su Twitter: intelssd, Facebook: Intel Solid State Drive (pagina ufficiale) o communities.intel.com.


*Intel e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.  Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

 

**Misurazione effettuate da Intel utilizzando PCMark* Vantage, punteggi generali di sistema, videogame e HDD rispetto a un disco fisso SATA a 7200 RPM.

Con la piattaforma software MeeGo sarà possibile utilizzare applicazioni web-based evolute su un’ampia gamma di device broadband multimediali a cominciare dal nuovo dispositivo CuboVision® di Telecom Italia


Milano, 5 Marzo 2010 - Telecom Italia e Intel hanno avviato una partnership per la distribuzione di servizi Internet e TV on line di nuova generazione che adottano la piattaforma software open source MeeGo.

 

La collaborazione tra le due società ha l’obiettivo di rendere ancora più semplice ed evoluta la distribuzione e la fruizione dei contenuti multimediali, quali WebTV, video on demand e dei servizi webbased su reti IP, arricchendo l’offerta delle nuove soluzioni per l’intrattenimento domestico e l’utilizzo dei dispositivi elettronici.

 

MeeGo è la nuova piattaforma basata su Linux, nata dalla fusione dei due progetti Moblin e Maemo rispettivamente di Intel e Nokia e presentata nel corso del recente Mobile Word Congress di Barcellona. MeeGo è applicabile a un’ampia varietà di dispositivi: dai computer tascabili ai netbook, dai tablet, ai mediaphone, fino a device broadband per la fruizione di WebTV e streaming in alta definizione sulla TV in rete e ai sistemi di car-infotainment.

 

Il primo prodotto Telecom Italia dotato della piattaforma MeeGo sarà CuboVision®, il nuovo dispositivo broadband multimediale che permette di vedere sul televisore di casa i canali del digitale terrestre free e pay, le principali WebTV della rete, richiedere film in pay per view, acquistare applicazioni free e pay attraverso un application store e gestire contenuti personali come foto, video e musica.

 

CuboVision® di Telecom Italia, grazie al processore Intel® Atom™ CE4150 e alla piattaforma software MeeGo, sarà in grado non soltanto di offrire contenuti di intrattenimento, come la tv digitale terrestre free e pay, WebTV, video on demand, games on line e mediacenter, ma anche servizi di utilità, come applicazioni di e-government - per l’interazione tra cittadini e Pubblica Amministrazione - e-healthcare, tcommerce, domotica, formazione a distanza, videosorveglianza e home automation.

 

Intel, il logo Intel e Intel Atom sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

 

*MeeGo è un marchio di The Linux Foundation Corporation.

 

Tutti gli altri nomi e marchi appartengono ai rispettivi proprietari.

  • Intel identifica soluzioni IT all'avanguardia e sistemi embedded collegati in rete come risposta alle sfide in campo sociale, economico e ambientale
  • Presentata per la prima volta in Europa la CPU Intel Nehalem-EX per server e il nuovo Classmate PC basato su tecnologia Intel
  • Tre nuovi processori Intel® Atom™ per applicazioni embedded: estremamente piccoli ed energeticamente efficienti

 

HANNOVER/CEBIT, FELDKIRCHEN, Germania, 2 marzo 2010 – In linea con il tema del CeBIT di quest'anno, "Creare il futuro, insieme", il messaggio di Intel si focalizza sulle possibilità offerte dall'Information Technology non solo in termini di aumento della produttività dei processi lavorativi e di miglioramento della qualità della vita a breve termine, ma anche per superare le sfide in campo sociale, economico e ambientale tramite sistemi collegati in una rete globale. Nel corso della conferenza stampa di Intel, Christian Morales, Vice President e General Manager di Intel EMEA (Europe, Middle East e Africa) ha illustrato i progressi realizzati finora da Intel in questo contesto. Diane Bryant, Vice President e Chief Information Officer di Intel Corporation, ha sottolineato come l'IT contribuisce ad aggiungere valore all'interno dell'azienda. Al CeBIT Intel annuncerà alcune di novità relativamente ai processori : Hannover infatti farà da cornice al  debutto europeo del processore Nehalem-EX e al processore Westmere-EP, disponibili sul mercato alla fine del trimestre. Intel introdurrà inoltre tre nuovi processori Intel® Atom™ progettati appositamente per le applicazioni embedded. I visitatori potranno inoltre visionare in anteprima il Classmate PC basato su tecnologia Intel che sarà disponibile nel secondo trimestre del 2010. L'IT per affrontare le sfide economiche e sociali.


L'Information Technology crea valore aggiunto strategico per i processi lavorativi e produttivi e svolge un ruolo chiave nella soluzione dei più pressanti problemi sociali, economici e ambientali del futuro. Questi gli aspetti evidenziati da Christian Morales, General Manager di Intel Europe, e Dian Bryant, CIO di Intel, nel corso della conferenza stampa di Intel al CeBIT di Hannover.

 

Sempre di più, i sistemi embedded collegati in una rete globale diventano una tecnologia chiave per salvaguardare il valore economico aggiunto e superare le sfide sociali, che vanno dall'assistenza sanitariaalla riduzione delle emissioni e del consumo energetico fino all'aumento della sicurezza di sistemi di trasporto e veicoli. Se il futuro di Internet embedded, dove i sistemi intelligenti di tutto il mondo sono interconnessi tra loro, deve diventare una realtà, allora sarà necessario sviluppare non solo standard validi a livello di settore ma anche computer più veloci, in formati ridotti e che consumano meno energia possibile. Per il sistemi mobile del 2022 sono previsti circa 1.000 elementi di elaborazione, mentre i dispositivi equivalenti attualmente ne contengono 80*.

 

Report sulle performance di Intel IT e l’anteprima di Nehalem-EX e Westmere-EP
Il report sulle performance IT di Intel illustra esattamente come Intel gestisce il suo enorme e in continua crescita volume di dati e il ruolo svolto dall'IT nel complesso processo di produzione dei microprocessori. Per sviluppare chip come il processore Westmere-EP per server, che contiene 6 core e integra 1,17 miliardi di transistor, sono necessarie simulazioni su vasta scala eseguite su supercomputer estremamente veloci. Senza un ambiente High Performance Computing di questo tipo, un tale livello di complessità sarebbe inimmaginabile, così come un processo di sviluppo e produzione a costi contenuti.

 

I processori Intel per server di nuova generazione, attesi sul mercato nel corso del trimestre, rappresenteranno il nuovo standard da battere per quanto riguarda la velocità di elaborazione. Intel offrirà la prima dimostrazione dal vivo del processore Nehalem-EX al CeBIT. Il chip è disponibile con fino a 8 core ed è in grado di elaborare 16 thread contemporaneamente. Intel introduce inoltre il processore Westmere-EP, il primo chip a 32nm, che sarà disponibile alla fine del primo trimestre del 2010. La potenza di elaborazione costituisce una delle principali attività di ricerca di Intel Labs Europe. Nei centri di ricerca dislocati in tutta Europa si continua a ottimizzare la gestione dei dati, dalla raccolta alla conservazione, dal trasporto alla manipolazione, fino all'interazione finale con l'utente.

 

Nuovi processori embedded e anteprima del nuovo Classmate PC
Nel corso del CeBIT Intel lancerà tre processori Intel Atom con un ciclo di vita di 7 anni e destinati al mercato delle soluzioni embedded. I processori, N450 e D410 single-core e D510 dual-core prevedono controller evoluti di grafica e memoria integrati direttamente nella CPU per prestazioni più elevate e una maggiore efficienza energetica. I tre processori sono abbinati a un controller di I/O ideale per il mercato embedded, Intel® 82801HM, per una soluzione a 2 chip che offre funzionalità di I/O complete e una maggiore flessibilità tramite interfacce ad ampia larghezza di banda, tra cui PCI Express, PCI, SATA e connettività USB 2.0. Si tratta di tre processori ideali per applicazioni energeticamente efficienti e di formato ridotto, ad esempio nei segmenti di mercato delle soluzioni embedded industriali, print imaging e sicurezza digitale. Le CPU sono già disponibili a prezzi unitari per lotti da 1.000 unità che variano da 43 a 63 dollari USA.

 

Al CeBIT Intel annuncerà inoltre un nuovo modello di Classmate PC convertibile basato su tecnologia Intel, che combina estetica e robustezza oltre ad offrire tutta la funzionalità di un PC, funzioni evolute di e-reading, prestazioni più elevate ed efficienza energetica. Secondo le previsioni, i produttori di PC dovrebbero introdurre questo nuovo modello sul mercato nel secondo trimestre del 2010.

 

Lo scorso anno abbiamo assistito a un impegno maggiore, in termini economici, da parte dei governi che hanno lavorato per introdurre nelle aule programmi di e-learning uno a uno, preparando gli studenti ad affrontare l’economia globale del XXI secolo con strumenti e capacitàidonee. Paesi come il Portogallo e la Macedonia svolgono un ruolo di primo piano nello sviluppo di PC per gli studenti a livello nazionale. Il nuovo Classmate PC offrirà più possibilità per rispondere alle esigenze diversificate degli studenti di tutto il mondo.

 

La cartella stampa di Intel sul CeBIT è disponibile all'indirizzo Web www.intel.it/pressroom.

 

Informazioni su Intel
Intel (NASDAQ: INTC) leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com

 

© 2010 Intel Corporation. Tutti i diritti sono riservati.

 

Intel e il logo Intel sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi. Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

 

* Fonte: www.itrs.net/Links/2008ITRS/Update/2008_Update.pdf

Filter News Archive

By author: By date:
By tag: