Il CTO di Intel Justin Rattner Descrive le Sfide Tecnologiche Legate al Consumo Energetico in Casa, nelle Auto e in Rete

 

PUNTI PRINCIPALI

  • Intel  annuncia la nuova soluzione SoC (System-on-Chip), “Tunnel Creek”, per  telefoni IP, stampanti e sistemi in-vehicle-infotainment per le auto
  • Il  costruttore di automobili cinese HawTai intende incorporare il  processore Atom e il software MeeGo nella propria futura piattaforma  in-vehicle-infotainment
  • Intel  collabora con China Mobile e  con altre aziende delle telecomunicazioni,  che adotteranno i processori Intel® per le reti di nuova generazione
  • Intel  Labs presenta nuovi sensori elettrici intelligenti e una Energy  Dashboard che rileva e visualizza i dati - in tempo reale - sui consumi  energetici domestici e aziendali

 

INTEL DEVELOPER FORUM, Pechino, 14 aprile 2010 – Oggi, due executive di Intel hanno presentato i più recenti prodotti  Intel SoC (System-on-Chip) destinati ad applicazioni embedded e hanno  descritto le nuove attività di ricerca concepite per migliorare  l'efficacia del consumo e della gestione dell'energia nelle abitazioni e  nelle piccole e medie imprese. Il nuovo prodotto SoC è basato su un  core di processore Intel® Atom™ che consentirà per la prima volta ad  altre aziende di creare dispositivi compatibili con PCI Express* che si  connettono direttamente al chip, offrendo nuova flessibilità per le  applicazioni embedded.

 

Intel ha inoltre evidenziato la collaborazione con HawTai*, importante  costruttore di automobili cinese, che intende utilizzare i processori  Intel Atom e il software MeeGo* per i propri sistemi di in-car  infotainment. In più, China Mobile*, la più grande azienda di  telecomunicazioni wireless del mondo, adotterà i chip Intel® in alcune  piattaforme utilizzate per le proprie reti wireless.

 

“Intel è impegnata a incentrare le proprie tecnologie su nuove  applicazioni innovative in Cina”, ha affermato Doug Davis, Corporate  Vice President e General Manager dell’Embedded and Communications Group  di Intel. “Collaboriamo a stretto contatto con aziende locali per  offrire soluzioni informatiche più intelligenti e capaci di  fornire   un'infrastruttura più potente per un'esperienza Internet mobile più  veloce in diversi ambienti come auto, abitazioni e aziende”.

 

Nel corso del suo intervento, Davis ha anticipato i dettagli su “Tunnel  Creek”, nome in codice del prossimo prodotto di Intel, un sistema SoC  per applicazioni embedded ( ad esempio in-vehicle-infotainment e  telefoni multimediali IP), che si collegherà al processore tramite  un'interconnessione standard. Questo prodotto, ampiamente integrato,  unisce all’interno di un unico chip un core Intel Atom, il Memory  Controller Hub, il motore grafico e il motore video.

 

Le aziende potranno inoltre collegare silicio personalizzato al chip  Intel, purché sia compatibile con PCI Express. Grazie alla flessibilità  di questa soluzione integrata su un unico chip, sarà possibile ridurre  le distinte di materiali e risparmiare spazio sulla scheda madre per le  applicazioni embedded.

 

Successi in Cina nei settori telco e automobilistico
Davis ha invitato sul palco il rappresentante di un importante  costruttore di auto cinese, Rongcheng HawTai Automobile*, che ha  annunciato l’utilizzo da parte della propria azienda del processore  Intel Atom e della piattaforma software open source MeeGo nei prossimi  sistemi di in-vehicle-infotainment della loro nuova ammiraglia B11*.

 

“Con una soluzione di infotainment basata sul processore Intel Atom  sfruttiamo le tecnologie Internet più recenti e consolidate,   riutilizzando peraltro  il software progettato sulla piattaforma Linux  di MeeGo”, ha commentato Wang Dian Ming, Vice Chairman di HawTai  Automotive. “In questo modo risparmiamo sui costi di sviluppo delle  applicazioni e siamo in grado di introdurre rapidamente nuovi servizi di  elevata affidabilità”.

 

L'aumento dei computer e di dispositivi analoghi collegabili a Internet  ha portato le aziende del settore telco a cercare soluzioni in grado di  rispondere in modo più efficiente e a costi contenuti alla crescente  domanda di reti. Al riguardo Davis ha illustrato la vision di Intel, che  consiste nell'applicare il modello “computing e cloud” del settore IT  al settore delle telecomunicazioni, consolidando i carichi di lavoro di  rete in una singola architettura. Davis ha affermato che le principali  aziende mondiali delle telecomunicazioni, tra cui Alcatel-Lucent*,  Ericsson*, Hauwei* e ZTE*, hanno adottato l'Architettura Intel® per  alcune delle loro piattaforme di nuova generazione.

 

Nel corso del suo intervento, Cui Chunfeng, Manager dei Wireless  Research Labs del Department of Wireless Ccommunications del China  Mobile Research Institute ha sottolineato l’importanza della  collaborazione tra la più grande azienda   al mondo specializzata in  soluzioni wireless e Intel per lo sviluppo  dell’infrastruttura di rete  wireless di nuova generazione, finalizzata a favorire  il passaggio di  China mobile al modello “computing e cloud”. “China Mobile sta  conducendo diverse attività di ricerca per una nuova architettura di  Radio Access Network, destinata a fornire alla nostra rete wireless a  banda larga da una parte i vantaggi di un'efficienza energetica  superiore, nonché una riduzione dei costi complessivi di gestione e  prestazioni elevate,  e dall’altra la flessibilità necessaria per  allocare le risorse dell'infrastruttura in base alle variabili  condizioni di carico della rete”, ha commentato Cui.

 

“Per raggiungere questi obiettivi desideriamo utilizzare l'Architettura  Intel nella nostra infrastruttura di nuova generazione e sfruttare la  flessibilità, la scalabilità e la velocità di innovazione che derivano  dall'utilizzo di un'architettura definita dal software”.

 

Gestione del consumo energetico personale
L’intervento di Justin Rattner, Intel Chief Technology Officer e  Managing Director di Intel Labs, si è focalizzato invece  sul ruolo  giocato da una tecnologia più intelligente  nella riduzione e  migliore  gestione dei consumi energetici in casa e al lavoro. Secondo Rattner,  l'obiettivo dell'azienda è applicare la tecnologia Intel in modo da  consentire a utenti privati e piccole e medie imprese di prendere  decisioni più efficaci in merito al consumo energetico.

 

“La sensibilizzazione dei consumatori è fondamentale”,  ha commentato  Rattner. “I singoli utenti devono disporre delle informazioni, degli  strumenti e degli incentivi per preservare le scarse risorse energetiche  disponibili, ridurre l'impatto delle emissioni di anidride carbonica e  tenere sotto controllo i consumi energetici. Se riusciamo a  personalizzare i consumi energetici con dati in tempo reale e offriamo  strumenti visivi che coinvolgano intere comunità, potremo ottenere  cambiamenti importanti nel comportamento e risparmiare notevoli quantità  di energia”.

 

I ricercatori di Intel hanno progettato un nuovo dispositivo wireless  che consente di raccogliere i dati sull’energia in modo semplice e  conveniente. Questo sensore sperimentale a basso costo deve essere  semplicemente inserito nell'impianto elettrico domestico per misurare  immediatamente il consumo energetico di ogni carico elettrico e  segnalarlo in modalità wireless. Questa tecnologia può essere facilmente  adottata dai consumatori per analizzare il consumo dei dispositivi e  delle apparecchiature di tutta la casa.

 

Rattner ha inoltre presentato un prototipo di Energy Display domestico  basato su tecnologia Intel® che, se abbinato al sensore wireless,  controlla le prestazioni, suggerisce soluzioni per consumi più  efficienti, definisce gli obiettivi e premia i successi. La coppia di  dispositivi costituisce la base di un sistema di gestione dell'energia  personalizzato a tal punto da poter consentire a ogni famiglia americana  (Stati Uniti) di risparmiare fino a 470 dollari all'anno in costi di  elettricità. Considerando che negli Stati Uniti vivono 113 milioni di  famiglie, il risparmio potenziale in ammonterebbe a più di 50 miliardi  di dollari l'anno. Se il risparmio venisse realizzato anche solo dall'1%  delle famiglie statunitensi, la domanda annua di carbone si ridurrebbe  di 371.000 tonnellate, con una diminuzione delle emissioni di anidride  carbonica di 2,4 milioni di tonnellate, equivalente a rimuovere 535.000  auto dalle strade. Il CTO Intel ha proseguito spiegando  come poter  migliorare la gestione dei consumi energetici delle auto elettriche,e   sottolineando che , con l'aumento delle vetture di questo tipo, la rete  elettrica locale verrà messa sotto pressione soprattutto durante la  notte, quando la maggior parte delle macchine verrà ricaricata.

 

Intel Labs sta cercando di trovare una soluzione in grado di coordinare  più efficacemente i tempi di ricarica in modo da ridurre i picchi di  carico, limitando in questo modo la necessità di aggiornare gli impianti  locali di distribuzione dell'elettricità con un notevole risparmio  economico.

 

Informazioni su Intel
Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del silicio,  sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare  il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su  Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

 

Intel e il logo Intel sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.


*Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

  • Fatturato di 10,3 miliardi di dollari
  • Margine lordo del 63%
  • Risultato operativo di 3,4 miliardi di dollari
  • Utili netti di 2,4 miliardi di dollari
  • Utili per azione di 43 centesimi


ASSAGO (MILANO), 14 aprile 2010 - Intel Corporation ha reso noto il fatturato del primo trimestre del 2010, pari a 10,3 miliardi di dollari. La società ha registrato un risultato operativo di 3,4 miliardi di dollari, utili netti di 2,4 miliardi di dollari e utili per azione pari a 43 centesimi.

 

“Gli investimenti che stiamo effettuando in tecnologie all’avanguardia si traducono nella più straordinaria linea di prodotti della storia di Intel", ha commentato Paul Otellini, President e CEO di Intel. “Questa leadership nei prodotti, unitamente alla crescente domanda globale e alla nostra eccezionale e continua capacità produttiva, ha reso possibile il raggiungimento del migliore risultato per il primo trimestre nella storia della nostra azienda. Guardando al futuro, siamo ottimisti in merito al nostro business poiché i prodotti Intel sono progettati per un’ampia varietà di nuovi ed entusiasmanti segmenti di mercato”.

 

Dario Bucci, Country Manager Intel Italia e Svizzera, ha commentato “I risultati record del primo trimestre dell’anno confermano la bontà della strategia di investimento messa in atto da Intel negli ultimi due anni: significativo, a tal proposito, l’apprezzamento ricevuto dalla rinnovata offerta di prodotti client/server basati sulla nuova tecnologia a 32nm, che l’azienda ha introdotto proprio nel primo quarter 2010”.

 

“I risultati fatti registrare in Italia riflettono i trend positivi a livello globale, con un mercato consumer in costante crescita e segnali sempre più confortanti per una ripresa stabile della spesa enterprise, incentivata dai grandi benefici in termini di ritorno sull’investimento e performance garantiti dalla tecnologia dei nuovi processori Xeon 7500 Series”.

 

“Appare poi molto promettente la crescita di nuovi segmenti di mercato abilitati da prodotti che offrono convergenza tra home entertainment e servizi web-based: in tale ambito rientra l’importante collaborazione siglata con Telecom Italia e finalizzata alla distribuzione di servizi Internet e TV online di nuova generazione attraverso la nuova piattaforma software MeeGo”.

 

Confronti finanziari GAAP


Q1 2010

Rispetto a Q4 2009Rispetto a Q1 2009
Fatturato10,3 miliardi di $

-3%

+44%

Risultato operativo

3,4 miliardi di $

+38%

+433%

Utile netto

2,4 miliardi di $

+7%

+288%

Utili per azione

43 centesimi

+3 centesimi

+32 centesimi




Confronti finanziari non GAAP


Q1 2010

Rispetto a Q4 2009

Fatturato

10,3 miliardi di $

-3%

Risultato operativo

3,4 miliardi di $

-8%

Utile netto

2,4 miliardi di $

-21%

Utili per azione

43 centesimi

-12 centesimi

L’accordo raggiunto con AMD pari a 1,25 miliardi di dollari e il conseguente impatto
fiscale di questo onere sono esclusi dai risultati di Q4 2009 in questo confronto non-
GAAP.

 

Punti principali di Q1 2010 (tutti i confronti sono rispetto al trimestre precedente)

  • Il fatturato del PC Client Group è stato stazionario, con un fatturato record di microprocessori per il comparto mobile.
  • Il fatturato del Data Center Group è stato inferiore dell’8%.
  • Il fatturato dell’Other Intel Architecture Group è stato inferiore del 9%.
  • Il fatturato dei microprocessori Intel® Atom™ e dei relativi chipset è stato di 355 milioni di dollari, inferiore del 19%.
  • Il prezzo medio di vendita dei microprocessori è stato leggermente superiore.
  • Escludendo le forniture di microprocessori Intel Atom, il prezzo medio di vendita è stato sostanzialmente stazionario.
  • Le spese (R&D più MG&A) sono state di 3,1 miliardi di dollari, superiori rispetto alle precedenti aspettative della società.
  • Gli oneri fiscali effettivi sono stati del 29%, in linea con le ultime previsioni della società.

 

Previsioni finanziarie
Le previsioni finanziarie per il secondo trimestre non comprendono i guadagni previsti per la vendita dell’investimento Intel in Numonyx, e non tengono conto degli effetti di altre acquisizioni, disinvestimenti o altre simili transazioni che potrebbero essere completati dopo il 12 aprile.

 

Q2 2010

  • Fatturato: 10,2 miliardi di dollari più o meno 400 milioni di dollari.
  • Margine lordo percentuale: 64%, più o meno un paio di punti percentuali.
  • Spese (R&D più MG&A): circa 3,1 miliardi di dollari.
  • Impatto di investimenti e interessi e proventi diversi: circa zero.
  • Ammortamenti: circa 1,1 miliardi di dollari.

 

Intero anno 2010

  • Margine lordo percentuale: 64%, più o meno un paio di punti percentuali. La stima precedente della società era del 61%, più o meno 3 punti percentuali
  • Spese (R&D più MG&A): 12,4 miliardi di dollari più o meno 100 milioni di dollari. La stima precedente della società era di 11,8 miliardi di dollari, più o meno 100 milioni di dollari.
  • Spese di Ricerca e Sviluppo: circa 6,4 miliardi di dollari.
  • Oneri fiscali: circa 31 per cento nel secondo, terzo e quarto trimestre.
  • Ammortamenti: circa 4,4 miliardi di dollari più o meno 100 milioni di dollari.
  • Investimenti di capitale: previsione di 4,8 miliardi di dollari, più o meno 100 milioni di dollari.

 

Stato delle considerazioni di mercato
Intel prevede incontri privati dei rappresentanti dell'azienda con investitori, analisti finanziari, media e altri durante il trimestre. Nel corso di questi incontri, Intel potrebbe ribadire le considerazioni espresse nel Business Outlook. A partire dalla fine della giornata lavorativa del 28 maggio e fino alla diffusione dei risultati finanziari dell’azienda per il secondo trimestre 2010, Intel attraverserà un “Quiet Period”, durante il quale le considerazioni di mercato rese note nei comunicati stampa e nei documenti dell’azienda depositati presso la SEC dovranno essere considerati superati, poiché si riferivano esclusivamente alla situazione precedente il Quiet Period, e non verranno aggiornati dalla società.

 

Fattori di rischio
Le affermazioni contenute nel presente documento, che si riferiscono a progetti e aspettative per il secondo trimestre, l’intero anno e il futuro, sono previsioni della società e, in quanto tali, sono soggette a cambiamenti dovuti a diversi fattori di rischio e incertezze. Molteplici aspetti potrebbero avere impatto sui risultati effettivi di Intel, ed eventuali scostamenti rispetto alle aspettative attuali di Intel in merito a tali variabili potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano in modo considerevole da quanto espresso in queste previsioni. In base alle attuali conoscenze, Intel ritiene che i fattori di rischio determinanti che potrebbero comportare una differenza tra i risultati effettivi e le previsioni della società siano quelli elencati di seguito.

  • Tra le variabili che potrebbero influenzare la domanda rispetto alle previsioni Intel ricordiamo cambiamenti nelle condizioni di mercato ed economiche, l’accettazione da parte dei clienti dei prodotti Intel e di quelli della concorrenza, cambiamenti nell’andamento degli ordinativi dei clienti, compresi eventuali annullamenti di ordini, cambiamenti nei livelli di inventario dei clienti.
  • Intel opera in settori fortemente competitivi, caratterizzati da un’alta percentuale di costi fissi o difficili da ridurre nel breve periodo, e da una domanda di prodotto altamente variabile e difficile da prevedere. Inoltre, Intel sta attraversando una fase di transizione a una nuova generazione di prodotti basati su tecnologia di processo a 32 nm, e potrebbero verificarsi problemi di esecuzione legati a questi cambiamenti, compresi prodotti difettosi o contenenti errata, unitamente a rese produttive inferiori rispetto al previsto. Il fatturato e il margine lordo percentuale sono influenzati dai tempi di introduzione sul mercato dei prodotti Intel e dalla richiesta e dall’accettazione del mercato dei prodotti Intel, dalle azioni intraprese dalla concorrenza, comprese offerte sui prodotti e introduzione sul mercato, programmi di marketing e pressioni sui prezzi e dalla capacità di Intel di rispondere a tali azioni, da difetti o interruzioni nella fornitura di materiali o risorse, dalla capacità di Intel di rispondere rapidamente agli sviluppi tecnologici e di incorporare nuove funzionalità nei propri prodotti e dalla disponibilità di livelli sufficienti di componenti da parte dei fornitori per soddisfare la domanda.
  • Il margine lordo percentuale potrà variare in modo significativo a seconda dei livelli di fatturato, del mix e dei prezzi dei prodotti, dei costi di avviamento, compresi i costi associati alla nuova tecnologia di processo a 32 nm, delle variazioni nella valutazione dell’inventario, comprese variazioni legate alla tempistica dei prodotti qualificati per la vendita, dell’eccesso o dell’obsolescenza dell’inventario, della resa produttiva, delle variazioni nei costi unitari, della perdita derivante da fattori a lento ciclo di utilizzo, comprese risorse produttive, di assemblaggio e testing e altri beni immateriali, dei tempi legati all’esecuzione della rampa produttiva nonché dei costi associati e dello sfruttamento della capacità produttiva.
  • Le spese, in particolare alcune spese di marketing e compensazione, nonché le spese di ristrutturazione e le perdite di valore delle risorse, variano in base al livello di domanda dei prodotti Intel e ai livelli del fatturato e dei profitti.
  • Le aspettative relative agli oneri fiscali sono basate sulla normativa fiscale in vigore e sul reddito attualmente previsto. Gli oneri fiscali possono essere influenzati dalle giurisdizioni in cui i profitti vengono realizzati e tassati, da variazioni nelle stime di crediti, benefici e deduzioni, dalla risoluzione di dispute derivanti da verifiche fiscali con diversi enti fiscali, compresi pagamenti di interessi e multe, nonché dalla capacità di ottenere imposte differite.
  • Guadagni o perdite derivanti da investimenti azionari, interessi o altro possono inoltre variare in base alla realizzazione dei profitti o alle perdite derivanti dalla vendita o dallo scambio di investimenti azionari, dai guadagni o dalle perdite di investimenti quantificati con il metodo del patrimonio netto, perdite derivanti da titoli di debito, azioni e altri investimenti, tassi di interesse, rimanenze di cassa e variazioni nel valore equo di strumenti derivati.
  • La maggioranza del portafoglio dei nostri investimenti non negoziabili è concentrata in società che operano nel segmento di mercato della memoria flash, e andamenti negativi in questo segmento di mercato o cambiamenti nei piani del management in merito ai nostri investimenti in questo segmento di mercato potrebbero comportare perdite significative, che impatterebbero gli oneri di ristrutturazione e i guadagni / le perdite derivanti da investimenti azionari, interessi e altro.
  • I risultati Intel potrebbero venire influenzati da condizioni economiche, sociali, politiche e fisiche/infrastrutturali avverse che dovessero verificarsi nei Paesi in cui operano Intel, i suoi clienti o fornitori, tra cui conflitti militari e altri rischi legati alla sicurezza, calamità naturali, interruzioni a livello di infrastrutture, problemi sanitari e fluttuazioni nei tassi di cambio delle valute estere.
  • I risultati Intel potrebbero essere influenzati dalle tempistiche delle chiusure di acquisizioni e disinvestimenti.
  • I risultati Intel possono inoltre venire influenzati dall’impatto negativo derivante da prodotti difettosi o contenenti errata (valori diversi da quelli indicati dalle specifiche) e da dispute legali o regolamentazioni riguardanti proprietà intellettuale, rapporti con investitori e consumatori, antitrust e altro, come la disputa e le regolamentazioni descritte nei report Intel depositati presso la SEC. Decisioni sfavorevoli potrebbero comportare danni economici oppure un’ingiunzione potrebbe impedire a Intel di produrre o vendere uno o più prodotti, precludendo specifiche attività aziendali e impattando la capacità di progettare i prodotti Intel, e potrebbe richiedere altre risoluzione come la concessione in licenza obbligatoria di proprietà intellettuale.

 

Questi fattori, nonché altri elementi che potrebbero influenzare i risultati effettivi di Intel, vengono presi in esame più nel dettaglio nell’ambito dei documenti SEC (Securities & Exchange Commission) della società, incluso il report del Form 10-K per l’anno fiscale chiuso il 26 dicembre 2009.

 

Webcast
Un webcast pubblico ha avuto luogo alle 2:30 p.m. PDT del 13 aprile sul sito Web Intel Investor Relations all’indirizzo www.intc.com Il replay del webcast e il download dell’audio in formato MP3 sono disponibili sul sito.

 

Intel prevede di diffondere i risultati finanziari del secondo trimestre 2010 martedì 13 luglio 2010. Seguirà un commento di Stacy J. Smith, Vice President e Chief Financial Officer, disponibile all’indirizzo at www.intc.com/results.cfm Un Webcast pubblico della conferenza stampa dei risultati finanziari Intel sarà disponibile dalle 2.30 p.m. PDT sul sito www.intc.com

 

Intel [NASDAQ: INTC], leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

 

Intel, il logo Intel, Intel Xeon, Intel Core e Intel Atom sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

 

* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

NOTA PER I GIORNALISTI: video, benchmark, foto e altro ancora sono disponibili all’indirizzo www.intel.com/pressroom/IDF.

 

L’Architettura Intel® Offre le Giuste Prestazioni e Caratteristiche a Tutti i Dispositivi


INTEL DEVELOPER FORUM, PECHINO, 13 aprile 2010 – In occasione del consueto appuntamento con gli sviluppatori, Intel Corporation ha dato una dimostrazione di come la società stia creando una base su cui sarà possibile costruire soluzioni comuni di tipo hardware, software e di ecosistema per consentire ai diversi tipi di computer e dispositivi di lavorare insieme senza problemi, migliorandone la loro facilità di utilizzo. L’Intel Developer Forum è iniziato con l’intervento di apertura di David (Dadi) Perlmutter, Executive Vice President e Co- General Manager dell’Intel Architecture Group (IAG), che ha condiviso la visione di Intel finalizzata a consentire agli utenti di realizzare le potenzialità di una comune esperienza informatica sempre connessa.

 

“Con un altro miliardo di utenti di computer connessi entro il 2015 e con ulteriori tipologie di dispositivi, è utile offrire un’esperienza comune tra i dispositivi stessi”, ha dichiarato Perlmutter. “L’Architettura Intel garantisce la giusta combinazione di prestazioni e potenza che costituisce la base di tutti i dispositivi informatici, creando un continuum del computing virtuale capace di agevolare questa comune esperienza informatica.”

 

Nella fascia alta dello spettro informatico, Perlmutter ha fatto presente come Intel abbia terminato la transizione verso il pluripremiato design di chip basato su microarchitettura Intel, nome in codice “Nehalem,” con il recente lancio del processore Intel® Xeon® 7500 series. In meno di 90 giorni, Intel ha introdotto i nuovi processori per PC, notebook e server del 2010 che aumentano l’efficienza energetica e la velocità di elaborazione e che comprendono una moltitudine di nuove funzionalità che rendono i computer più intelligenti, flessibili e affidabili.

 

Perlmutter ha anche discusso degli aggiornamenti sulla prossima generazione di processori Intel® Core™ che utilizzano la microarchitettura Intel, nome in codice “Sandy Bridge,” la cui entrata in produzione è prevista per la fine del 2010. “Sandy Bridge” è basata sulla tecnologia di processo di seconda generazione Hi-K a 32 nanometri (nm). Questi processori saranno i primi a supportare le istruzioni Intel® Advanced Vector Extension (Intel® AVX). Intel AVX accelera la tendenza verso i calcoli intensivi in virgola mobile nelle applicazioni di uso comune come l’elaborazione di immagini, video e audio, nonché nelle applicazioni ingegneristiche, tra cui la modellazione 3D e l’analisi, la simulazione scientifica e l’analisi finanziaria. “Sandy Bridge” continuerà inoltre a supportare le Intel® AES New Instructions (Intel® AES-NI), sette istruzioni software che accelerano la crittografia e la decrittografia dei dati. “Sandy Bridge” includerà anche il core grafico Intel di sesta generazione e comprenderà l’accelerazione per il software in virgola mobile, video e ad elaborazione intensiva che si trova comunemente nelle applicazioni multimediali.

 

Perlmutter ha inoltre descritto le modalità con cui Intel sta creando un nuova tipologia di esperienza televisiva chiamata “Smart TV”, in cui Internet è strettamente integrato con le trasmissioni TV, i contenuti personalizzati e le funzionalità di ricerca. Al centro di questa innovazione si trova il system-on chip (SoC) per l’elettronica di consumo (CE) di Intel, il processore Intel® Atom™ CE4100, che offre straordinarie prestazioni della CPU, eccellenti livelli di decodifica audio e video HD, nonché effetti grafici avanzati. L’obiettivo è quello di offrire in modo nuovo in TV contenuti personalizzati, i siti Web preferiti e i social network. Il CE4100 è progettato per i dispositivi elettronici di largo consumo come i lettori di Blu-ray*, i decoder e le TV digitali, in grado di fornire l’esperienza di “Smart TV”.

 

Il processore Intel® Atom™ utilizza un design versatile a basso consumo che offre un’ampia potenzialità per una vasta gamma di opportunità in nuovi segmenti di mercato, dai palmari e netbook ai dispositivi elettronici di consumo e alle applicazioni integrate. Il core dei processori Intel Atom possiede caratteristiche simili per quanto riguarda i bassi consumi, il prezzo contenuto e le dimensioni ridotte, che possono pertanto essere trasformate in un prodotto SoC per una varietà di segmenti in base agli specifici utilizzi e ai requisiti di I/O.

 

Osservando la crescita vertiginosa dell’Internet mobile e la sua presenza in un numero sempre maggiore di dispositivi, Perlmutter ha citato le opportunità apertasi per il settore grazie a una nuova generazione di palmari, tra cui Tablet PC e smartphone. Ha inoltre spiegato in dettaglio in che modo la Legge di Moore e un gruppo di tecniche di processo relative ad architettura, design e produzione, aiuteranno a spostare l’Architettura Intel verso power envelope drasticamente inferiori. Allo stesso tempo, l’Architettura Intel mantiene le prestazioni elevate di un Internet in continua evoluzione, applicazioni ricche di contenuti multimediali e funzionalità multitasking in mobilità.

 

Perlmutter ha messo l’accento anche sulla prossima piattaforma Intel “Moorestown”, che è pronta per essere introdotta sul mercato entro la prima metà dell’anno in corso. Intel infatti ha riorganizzato la propria architettura di piattaforma e ha attuato una serie di tecniche innovative, come la gestione dei consumi via sistema operativo di prossima generazione e il power gating distribuito, per ottenere migliori prestazioni e forti riduzioni nei power envelope in condizioni di inattività e attività.

 

Per sottolineare questo punto, Perlmutter ha mostrato come, rispetto alla piattaforma di prima generazione Intel “Menlow”, i consumi della piattaforma Intel “Moorestown” si siano ridotti fino a 50 volte in condizioni di inattività e fino a 10 volte nella riproduzione audio. Perlmutter ha inoltre rivelato come Intel stia collaborando con i produttori di PC Tongfang* e Hanvon* per introdurre il nuovo design del Classmate PC convertibile, che unisce l’estetica alla robustezza, la completa funzionalità di un PC alle migliori funzionalità di e-reading e le migliori prestazioni all’efficienza energetica. Il design flessibile del nuovo Classmate PC e il fattore di forma del suo schermo tattile permettono una facilità di utilizzo che si sposa alla perfezione con le esigenze degli alunni. Lo sviluppo di queste nuove caratteristiche è frutto di numerose e ampie ricerche etnografiche in collaborazione con alunni e insegnanti.

 

James: svelare il futuro con Intel
Nel secondo intervento della giornata, Renee James, Senior Vice President e General Manager del Software and Services Group di Intel, ha proseguito mettendo in evidenza la visione di Intel sull’esperienza cross-device per telefonini, auto e per la casa, fornendo ai consumatori maggiore coerenza e accessibilità alle loro informazioni. James ha sottolineato come un ambiente operativo unificato che gira su un’architettura di elaborazione comune possa permettere agli sviluppatori una portata maggiore e un accesso facilitato agli utenti finali, in qualsiasi segmento di mercato.

 

James ha anche accennato al fatto che il cloud computing è il tessuto connettivo tra le piattaforme informatiche, invitando Jiren Liu, Chairman e CEO di Neusoft Corporation sul palco. Liu ha mostrato in che modo i sistemi costruiti attorno all’architettura di riferimento Intel® Cloud Builder possono offrire nuove soluzioni, collegando i dispositivi client front-end ai sistemi diagnostici remoti back-end in ambito sanitario per offrire servizi prima impossibili.

 

“La tecnologia ha cambiato il nostro modo di interagire con il mondo e Intel sta mettendo insieme gli elementi di base, dal cloud computing ai più piccoli dispositivi, per offrire ai consumatori un’esperienza informatica veramentefull immersion, ovunque essi siano”, ha dichiarato James. “Assieme agli sviluppatori e ai nostri partner, oltre che con una combinazione integrata di hardware e software, Intel ritiene di poter contribuire a introdurre sul mercato i migliori prodotti possibili econ la più ampia distribuzione”.

 

Riferendosi alle recenti notizie provenienti da Intel e Nokia* di voler unire i progetti open source Moblin* e Maemo* nella piattaforma software basata su Linux MeeGo*, James ha evidenziato l’ampio sostegno incontrato da MeeGo in tutto il settore. MeeGo è ospitato dalla Linux Foundation come progetto completamente open source, è disponibile per OEM, produttori di sistemi operativi, operatori di rete e altri ed è destinato a una vasta gamma di dispositivi, tra cui gli smartphone, i netbook, i tablet PC, i mediaphone, le TV connesse e i sistemi di infotainment a bordo dei veicoli di prossima generazione.

 

Inoltre, James ha annunciato ai fornitori di software indipendenti e agli sviluppatori cinesi che possono sfruttare il programma Intel Atom Developer Program e inviare le proprie applicazioni affinché siano distribuite sull’Intel AppUpSM Center beta. James ha anche evidenziato la recente espansione dell’Intel AppUp Center beta per MeeGo e Microsoft Windows* negli Stati Uniti, in Canada e in 27 Paesi europei. Questa crescita offre agli sviluppatori cinesi di applicazioni, nel quadro del programma Intel Atom Developer Program, la possibilità di raggiungere i consumatori di uno dei principali mercati per dispositivi basati su processore Intel Atom del mondo, oltre a transazioni di vendita complete in dollari, euro o sterline (GBP).

 

Informazioni su Intel
Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

 

Intel, Intel Atom, Intel Core, Intel Xeon e il logo Intel sono marchi o marchi registrati di Intel Corporation o di società controllate da Intel negli Stati Uniti o in altri Paesi.


* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

Filter News Archive

By author: By date:
By tag: